Postato su 28. Aprile 2017 In Campagna

Come missionari, sogniamo di portare Maria a tutti!

Portogallo, María del Carmen e José Carlos Cravo •

In questo anno mariano, nel quale celebriamo i 100 anni delle apparizioni di Fatima, mi sono proposto un itinerario di otto mesi (da marzo a ottobre) per accompagnare la visita dell’immagine della Madre: una meditazione mensile e un proposito che è un gesto missionario per portarla a tutti.

Allo stesso tempo, simbolicamente, cerchiamo di costruire un rosario con la nostra vita, rispondendo alla chiamata della Madre:

Desidero che (…) continuiate a recitare il Rosario tutti i giorni in onore della Madonna del Rosario per la pace nel mondo e la fine della guerra , perché solo Lei può aiutare ” (13/07/1917).

Preghiamo la Madre affinché in ogni passo del cammino cresca la nostra fede, si fortifichi la vita delle famiglie e tutti coloro che la ricevono; affinché siamo missionari attraverso la preghiera, le nostre offerte a Dio e i nostri gesti, trasformando il mondo al fine di ottenere la pace che ha promesso di darci.

Come missionari, sogniamo di portare Maria a tutti!

Testimonianze…con un’enorme allegria

Ricordo con sincera emozione i volti dei missionari e i coordinatori della Campagna della Vergine Pellegrina riuniti all’ombra del santuario di Schoenstatt.

Per me è stato il primo contatto con la Campagna, nel quale, lo confesso, mi sono sentita un po’ intimidita e molto ignorante, ma anche molto motivata. E questa motivazione, la speranza e l’amore si sono rilessi anche nelle sentite testimonianze offerte da tre missionarie di Coruche – Ribatejo – che hanno condiviso la grande gioia che hanno sentito nell’essere portatrici della Madre.

In seguito, Padre José Melo ha presentato l’itinerario spirituale per questo anno 2017.

Nemmeno la rigidità del freddo di quel giorno ha potuto scoraggiare la gente lì riunita, che con fede e molto amore ha trovato tempo per pregare, vivere e imparare, accoglienze per la Madre.

                                                                                                                                              María González

Già è molto tempo che conosco la Vergine Pellegrina; ancora prima di essere seminarista ho avuto modo di fare una missione universitaria e credo che questo deve esser stato il mio primo contatto. Tuttavia, quest’anno, nel partecipare alle missioni già come sacerdote, sono stato toccato per il potere di questa immagine, per le porte che si sono aperte, e l’effetto che hanno provocato, e anche il ricordo che porta al missionario nel sapere che trasporta un’altra presenza.

Queste missioni mi hanno segnato molto come Padre ed è tanto che sono cresciuto e ho scoperto che mi piace portare la missione quotidiana qui nella parrocchia, e sto pensando molto anche che, chissà, potrò essere missionario della Madre e così poterla portare nelle mie visite.

P. Bernardo Trocado

Esempi…in Missione

Nelle terre di Feijó, diocesi di Setúbal, la Madre, si, già è in movimento! E lo fa con la mano dei più piccolini e dei giovani che vanno al catechismo; tutti i sabati parte per visitare una nuova famiglia e rimane lì fino al sabato seguente.

In questo anno, nel quale celebriamo i 100 anni di Fatima, vogliamo aprire le porte della nostra casa, dei nostri cuori e chiedere alla Madre di Gesù che entri e che si fermi con noi.

Quest’anno offriamo alla Madre il nostro cammino.

Che ad ogni passo del cammino cresca la nostra fede, si fortifichi la vita delle famiglie e tutti coloro che Ti ricevono. Vogliamo sentire ancora una volta le chiamate che la Vergine fece a Lucia, Francesco e Giacinta e vogliamo inoltre dire il nostro SI.

Il Giardino dei neonati Nostra Signora delle Grazie si è unito alla Campagna della Vergine Pellegrina. Sono state 2 le classi che hanno partecipato, ognuna con 24 alunni dai 3 ai 5 anni.

La classe dei bambini di 4/5 anni è andata a cercare le immagini il 1 marzo alle 10:30 e la classe dei bambini di 3/4 anni l’hanno fissata al 29 marzo alle 10:30.

Venerdì 7 marzo alle 14:30, la Madre è andata a visitare gli “abitanti” della Casa della Bafureira della Caritas (centro di Anziani) in Parede. Come è successo?

Quest’anno abbiamo chiesto alle istituzioni che hanno voluto ricevere la visita della Madre di aiutarli a vivere la Quaresima più vicino a Gesù.

La Caritas si è unita immediatamente e Maria João Melo ed Helena si sono messe rapidamente a disposizione per portare la Madre.

 

Fonte: Corriere della Madonna Pellegrina, Campagna della Madonna Pellegrina, Santuario di Lisbona, Aprile e Maggio 2017

Originale: Portoghese. Traduzione: Laura Agoglia, Roma, Italia

Tags: , , , ,