Federico Bauml Tag

Postato su 21.07.2018InVivere l’Alleanza

Un anno di G.M.

ITALIA, Federico Bauml • Si è concluso lo scorso 2 luglio, con una grigliata in pieno stile sudamericano, l’anno della gioventù maschile (G.M.) italiana. — Una vera e propria festa, con ospiti di eccezione i ragazzi adolescenti del gruppo del dopocresima della parrocchia dei Santi Patroni. Un anno che potremmo definire – per usare una terminologia cara alle nuove generazioni – ‘2.0’: nuovo capo, nuovo logo, nuovi ingressi tra i componenti del gruppo, nuove sfide. L’anno del rilancio, per un progetto iniziato a Schoenstatt il 28/3/2010, e che senza dubbiocontinua
Venti ragazzi italiani hanno deciso di trascorrere a Schoenstatt il fine settimana dal 13 al 15 aprile. Per alcuni era prima volta, per altri un gradito ritorno: per tutti, un’esperienza da ricordare. — SCHOENSTATT/ITALIA, Federico Bauml • Sono passati ormai 4 anni da quell’agosto del 2014, quando insieme alla cappellania universitaria scegliemmo la Germania come meta del pellegrinaggio estivo, in cui inserimmo Schoenstatt tra le varie tappe. Tanti anni, forse troppi; sicuramente abbastanza da far crescere in noi il desiderio di tornare in quel posto a cui siamo tanto legati.continua
ITALIA,  Federico Bauml • Dal 6 al 12 agosto, il gruppo dopocresima della parrocchia di S. Patroni, la casa romana dei Padri di Schoenstatt, ha percorso il Cammino di San Francesco. Un’esperienza indimenticabile, raccontata al nostro sito da chi vi ha preso parte. La sfida “Sapete come inizia un cammino di 100 km? … con un solo passo”. Con queste parole, Padre Facundo ha aperto l’omelia della messa di invio del cammino di Francesco, prima di consegnare ai pellegrini la credenziale e il “tau” di San Francesco. Ad ascoltare l’omeliacontinua
ITALIA, Federico Bauml • Come da tradizione del movimento di Schoenstatt, anche quest’anno in Italia si è svolta la missione familiare in occasione della Settimana Santa. Fuori dagli schemi “C’erano una volta 28 italiani, un argentino, una brasiliana, un boliviano, una francese, cinque paraguaiani e un cane…”. Quella che potrebbe sembrare l’inizio di una divertente barzelletta è, in realtà, la composizione del gruppo della Missione italiana in occasione della Settimana Santa 2017: un gruppo eterogeneo, composto da adolescenti, famiglie, universitari, neolaureati e giovani lavoratori. A fare da cornice alla missionecontinua
ITALIA, di Federico Bauml e Pamela Fabiano • Il 18 settembre 2016 è una data importante per la Famiglia di Schoenstatt perché vede il ritorno in linea della pagina italiana sul sito internazionale schoenstatt.org. La sfida tutta giovane della pagina italiana di schoenstatt.org Alla fine del luglio scorso, infatti, si era deciso di non continuare più ad aggiornare le sezioni in italiano per una improvvisa mancanza di redattori volenterosi di postare nuovi articoli e di tradurre notizie scritte in altre lingue. Ebbene, dopo numerosi incontri, conversazioni e, soprattutto, in seguito allacontinua
ITALIA, Federico Bauml • Ognuno di noi ha il proprio compleanno, il giorno in cui si celebra il momento in cui si è venuti al mondo. Il sacerdote, invece, di compleanni ne ha due: quello “anagrafico”, e quello dell’ordinazione, che segna il momento della “ri-nascita”. Ma c’è una differenza tra il compleanno e l’ordinazione: mentre nel primo caso sono gli altri che fanno il regalo al festeggiato, nell’ordinazione il festeggiato, oltre  a ricevere i regali, è il regalo, nonché colui che si regala . Nessuna differenza, invece, si ha quandocontinua

Postato su 26.01.2016InMissioni

Tre missionari a Roma

ITALIA, Federico Bauml • Per tutto il 2015, il movimento di Schoenstatt in Italia ha avuto la fortuna di ricevere tre ragazzi missionari venuti da Asuncion, Paraguay. Una bellissima esperienza, sia per i tre ragazzi che per noi che li abbiamo accolti, a cui vale la pena dedicare qualche riga. “Che cosa vuol dire fare missione?” Quando Padre Alfredo, dopo l’estate del 2014, ci ha detto che nel 2015 sarebbero arrivati a Roma tre ragazzi missionari dal Paraguay, tra i tanti sentimenti emersi, uno ha preso il sopravvento: la curiosità.continua