Kentenich Tag

Milestone Meilenstein
P. Pablo Gerardo Pérez, Argentina (su www.schoenstatt.org.ar) • È bene sapere che cosa stiamo celebrando e la dimensione di ciò che stiamo celebrando. Le ultime pubblicazioni di P. Eduardo Aguirre, con un’abbondante documentazione, ci mostrano quanto sia stato complesso questo momento della storia. Più di quanto immaginiamo. — Sotto l’aspetto strettamente spirituale e carismatico, questo giubileo ci rinnova nella missione di Schoenstatt verso la Chiesa e la società. Questo è ciò che intendeva P. Kentenich con la discussione su Schoenstatt. Viviamo questa dedizione alla Chiesa e alla società e, sicuramente,continua
25 años del Santuario de Tucumán
ARGENTINA, Mariela Reche • Tra il cielo e un luogo bellissimo, si sono svolti i festeggiamenti per i 25 anni della benedizione del Santuario “Jardín de María”, nella provincia di Tucumán, Argentina. Migliaia di pellegrini erano presenti per celebrare questo incommensurabile dono che la Madonna ha fatto al popolo di Tucumán il 18 aprile 1999. E in un quadro di gioia, fede e sguardo retrospettivo, sono tornati alle origini e ai propri ideali, si sono stabiliti sull’impulso iniziale e fondativo che diede origine al Santuario. — Adorazione del Santissimo Sacramento,continua
Dachau
GERMANIA, Suor M. Elinor Grimm • “Le catene si sono spezzate! C’è una risposta anche senza miracoli – come la mia liberazione da Dachau. Abbiamo pregato molto. Anche se tutto sembrava accadere naturalmente, è stato un intervento soprannaturale, divino”. Questo è ciò che p. Kentenich disse a Ennabeuren nel 1945, quando fu liberato dal campo di concentramento il 6 aprile 1945. — In effetti, tra la fine di marzo e l’inizio di aprile, per ordine di Heinrich Himmler, alcuni dei cosiddetti “religiosi tedeschi appartenenti al Reich” furono liberati dal campocontinua
Netz
P. Elmar Busse • Se si esaminano le pubblicazioni su p. Josef Kentenich con i metodi di analisi qualitativa dei contenuti delle scienze della comunicazione o di ricerca di parole chiave del marketing, si trova come marchio o logo la barba bianca e come parole chiave: “canonizzazione anticipata”, “sempre” e dal 2020: “abuso”. In questa serie di articoli vorremmo dare uno sguardo diverso a Kentenich: né quello con la barba folta, né il candidato alla canonizzazione, ma nemmeno quello sospettato di abuso di potere o di abuso spirituale. — Dopocontinua
estudio
Di Rafael Mascayano •  Nel numero di maggio della rivista Vinculo (p. 26 e seg.), è stata pubblicata un’intervista a suor M. Virginia Perera, che ha incentrato la sua ricerca sul testo “Apologia pro Vita Mea” di padre Kentenich. Fa parte di una commissione più ampia che lavora sulla causa P. Kentenich. In relazione a ciò che ha sollevato, ho alcune riflessioni che ritengo opportuno mostrare. — Suor Perera, inizia consegnando il curriculum del team, chiarendo la rilevanza accademica dei suoi membri, incluso il suo, dottoressa in Scienze della Vita.continua
Schnittblumen Anschnitt
P. Elmar Busse • Se si esaminano le pubblicazioni su p. Josef Kentenich con i metodi di analisi qualitativa dei contenuti delle scienze della comunicazione o con la ricerca di parole chiave nel marketing, si trova la barba bianca come marchio o logo e come parole chiave: “canonizzazione pronta”, “sempre” e, dal 2020, “abuso”. In questa serie di articoli vorremmo dare uno sguardo diverso su Kentenich: né quello con la barba folta, né il candidato alla canonizzazione, ma nemmeno quello sospettato di abuso di potere o di abuso spirituale. —continua
crisis
Por Juan Zaforas • Certamente, così come indicato dal vescovo Ackermamm nel suo comunicato, la notizia relativa alla sospensione del processo di beatificazione di P. Kentenich, è un passaggio doloroso per la famiglia di Schoenstatt. Dopo quanto accaduto negli ultimi due anni, a seguito dell’apertura degli archivi vaticani fino al 1958 e della conseguente pubblicazione nel 2020 di nuovi documenti, alcuni, tra cui il sottoscritto, hanno visto alzarsi nubi scure sul processo di beatificazione, ma non si aspettava avrenbe fatto così tanto male una volta successo. — Molti membri dellacontinua
Foto: Pedro Dillinger
Lettera di Padre Juan Pablo Catoggio alla famiglia di Schoenstatt •  “Una beatificazione e canonizzazione non è fine a sè stessa. Forse la Madonna vuole che ci impegniamo di più per la missione del nostro Fondatore e per la fecondità del suo carisma nella Chiesa per i nostri tempi”, dice P. Juan Pablo Catoggio, Presidente del Presidio Generale di Schoenstatt, in una lettera indirizzata alla Famiglia di Schoenstatt. Pubblichiamo il testo completo. —  Lettera di Padre Juan Pablo Catoggio (pdf) Traduzione: Alessia Lullo, Roma, Italia  continua
Redazione • Pubblichiamo la nota dell’Episcopato di Treviri sulla decisione di Mons. Ackermann di sospendere il processo di beatificazione di Padre Josef Kentenich, nota diffusa ai media oggi, 3 maggio 2022. — Traduzione: Gianfrancesco Romano, Roma, Italia @schoenstatt.orgcontinua
Tabor-Heiligtum auf dem Marienberg
GERMANIA, Peter Hagmann • Il nostro tempo è caratterizzato da concetti di vita individuali; per noi è importante creare legami e rapporti fra tutte le comunità maschili di Schoenstatt (… e anche oltre forse?). Noi consideriamo “Marienberg” luogo e simbolo della “visione” del nostro fondatore di un nuovo essere cristiano attraverso l’uomo “Puer et Pater”. Quindi, vi presentiamo l’invito al “Marienberg Forum”. — Marienberg Forum: “Che cosa è il Marienberg?”, si staranno domandando molti, e non soltanto Schoenstattiani fuori della Germania. Marienberg è la montagna, o più precisamente, una delle catenecontinua