Santuario Tag

Michael Okpala I., Nigeria • Entrando nel Santuario, c’è una scritta sull’antependium (la parte anteriore dell’altare). La frase “Nulla senza di Te, nulla senza di Noi” descrive pienamente il fondamento della spiritualità schoenstattiana (e cristiana). Al centro della spiritualità schoenstattiana, infatti, c’è l’Alleanza d’Amore costruita su questa frase. Questa frase indica una spiritualità bilaterale, nella quale noi abbiamo bisogno della Madre, e Lei chiede il nostro contributo. La frase “Nulla senza di Te, nulla senza di Noi” è un’espressione dell’Alleanza d’Amore. Da un lato e in primo luogo, indica lacontinua
ITALIA, Virginia Cosola • “Ogni giorno di maggio è un giorno di festa, un giorno di Maria!”. Stimolate da questa frase di Padre Kentenich, le ragazze delle Gioventù Femminile di Roma hanno voluto onorare Maria, mercoledì 24 maggio 2017, animando un rosario molto suggestivo. Ogni mercoledì, presso il Santuario “Cor Ecclesiae” di Roma, i giovani del movimento si riuniscono per recitare insieme il rosario ed affidare alla Mater le proprie intenzioni e la settimana che seguirà. Mercoledì 24 maggio, proprio perché maggio è il mese di Maria, il mese incontinua
BRASILE, Karen Bueno, http://www.Schoenstatt.org.br (con permiso) • Ci sono persone che fanno la storia, per il semplice fatto di spazzare per terra, come il Sig. Adair Rodrigues Gil, che tutti i giorni si sveglia presto per spazzare le foglie e i rami dal terreno del futuro santuario di  Caieiras/SP. La sua storia è già stata raccontata a schoenstatt.org. Siccome mancano meno di sei mesi al tanto aspettato 17 settembre, molte altre dimostrazioni di amore per la Madre di Dio e il santuario spuntano sul rettilineo della conquista. L’eremo di Caierascontinua
COSTA RICA, Ileana e Chalo Vega con Maria Fischer • Giovedì 9 febbraio: per la prima volta si è sentita suonare la campana del futuro Santuario di San José, Costa Rica. A poco più di un mese dalla benedizione del Santuario “Famiglia di Speranza”, (18 marzo), già si può non solo vedere, ma anche sentire il Santuario. Cresce l’attesa, insieme con la corsa a finire tutto in tempo per la Benedizione. “Potete immaginare che presto parleremo con la Mater in queste quattro mura in costruzione…”, dice Chalo Vega, della generazionecontinua
ROMA BELMONTE, Maria Fischer in intervista con don Marcelo Cervi • 2 febbraio, Presentazione del Signore, la “Festa della Candelora”. Una festa per Belmonte. La piccola famiglia di Schoenstatt Roma Belmonte si è riunita in memoria di quel 2 febbraio 1966 nel quale il Padre Kentenich ha visitato Belmonte e ha parlato sulla missione del posto e del Santuario – che in quel momento esisteva solo nei cuori – nel centro locale e personale della Chiesa Universale, nella Città del Papa. Tutti coloro che hanno visitato la pagina di Belmontecontinua
COSTA RICA, Gonzalo Vega e Maria Fischer • A poche giornate dal primo giorno dell’Alleanza del 2017, guardiamo alla Costa Rica, dove tra due mesi, il 18 marzo, verrà benedetto il tanto agognato primo Santuario del Centro-America. Molti condividono il sogno di una signora dalla Germania: “Il 18 marzo in tutte le Messe dell’Alleanza uniamoci spiritualmente alla benedizione del Santuario della Costa Rica, e magari, recitiamo anche qualche preghiera di quelle che si pregano in quel paese. La Famiglia del Costa Rica ci farà questo regalo?”. Nella Costa Rica, dopo tanticontinua
ITALIA, P. Rolando G. Montes de Oca Valero • Essere missionario della Madonna Pellegrina presuppone lasciare a Lei la scelta dei metodi. Io speravo che mio fratello Marwan – sacerdote di rito maronita con il quale sono all’Università – mi riconsegnasse l’immagine con più “solennità”. Lei lo aveva visitato la settimana precedente, lo aveva accompagnato in un momento importante e lui, grato, era disposto a ricambiare la visita. Quando ha tirato fuori dal suo zaino di libri la Pellegrina  e l’ha messa nelle mie mani dicendo “Molte grazie”, sono rimastocontinua
BURUNDI, Révérien BANZIRIYUBUSA • “Rendiamo grazie per quest’anno della Divina Misericordia, aiutandoci l’un l’altro a divenire misericordiosi come il Padre celeste”. E’ questo il tema principale, intorno al quale milioni di fedeli, insieme a tutti i vescovi del Burundi e al Nunzio apostolico, hanno celebrato ufficialmente la chiusura dell’anno giulibare della misericordia e la festa del Cristo Re, domenica 20 novembre 2016, presso il Monte Sion Gikungu. Il Santuario mariano Monte Sion Gikungu era decorato come mai prima. Sulla porta d’ingresso di vedeva, sotto l’arco di trionfo dove spicca lacontinua
INTERNAZIONALE, Maria Fischer • Manca davvero poco. In cento luoghi del mondo, gli schoenstattiani si stanno preparando per celebrare un nuovo 18 ottobre, ossia, rinnoveranno l’Alleanza d’Amore sigillata 102 anni fa da padre Josef Kentenich e da un gruppetto di adolescenti nella cappellina della Valle di Schoenstatt, in Germania, che oggi chiamiamo “Santuario originale”. Nel corso degli anni, sono sorti 200 santuari filiali, migliaia di  edicole votive e di santuari domestici, luoghi di grazie e culle di santità, di cultura dell’alleanza che crea solidarietà. Nel Santuario Originale: il rinnovamento dell’Alleanzacontinua
Un’intervista con P. Marcelo Cervi, futuro Rettore del Santuario di Schoenstatt e del Centro Internazionale di Roma Belmonte • Che cosa significa Belmonte a Roma? Il Santuario Belmonte di Schoenstatt e il Centro Internazionale di Roma sono stati un dono della Famiglia Internazionale di Schoenstatt al loro fondatore, Padre Giuseppe Kentenich, in occasione del suo 80 ° compleanno a Roma, nel 1965. Padre Kentenich ha visto questo posto come un simbolo concreto del completo inserimento del Lavoro Internazionale di Schoenstatt nella Chiesa. Schoenstatt, come Movimento cattolico, mancava di visibilità concretacontinua