opere di misericordia Categoria

PARAGUAY, Ani Souberlich • Sicuramente molti di voi ci conoscono già attraverso schoenstatt.org. Conoscete la nostra pagina istituzionale e le nostre testimonianze che hanno seguito da vicino la nascita della Casa Madre di Tupãrenda, prima solo come un sogno e poi come un sogno che si è davvero realizzato nel 2016 grazie all’aiuto di molti paraguaiani, ma anche del Ministero della Giustizia e di tante persone generose che stanno attraversando il mare. Oggi, come direttore della Casa Madre di Tupãrenda, voglio raggiungere ciascuno di voi con una chiamata urgente percontinua
PARAGUAY, P. Pedro Kühlcke/mf Natale in carcere? Una realtà triste per cento giovani nel Carcere minorile a Itagua, Paraguay, vicino al Santuario di Tupãrenda. Natale in carcere? Mentre gli altri risposano, cantano, mangiano bene e approfittano del tempo in famiglia e amici? Una pazzia, una pazzia ed un’allegria per il team della pastorale carceraria di Schoenstatt. — “Grazie per non averci dimenticati in un giorno così speciale!” dicevano alcuni dei giovani, quasi con le lacrime agli occhi… Commento di Ismelda, la “capa della merenda” di ogni sabato: “ne vale lacontinua
PARAGUAY, Ana Maria Mendoza de Acha, Presidente di Fundaprova • “Signora, dammi un lavoro. Non voglio più rubare…”. Si poteva udire spesso questa frase nella Casa Madre di Tuparenda. Arrivano sporchi, con visi tristi, quasi depressi. È difficile rendersi conto del fatto che la società e lo Stato li hanno spinti in quella situazione. A meno di un mese, vederli puliti, ordinati e igienizzati fino ai denti dimostra chiaramente che questo è il cammino, questa è la missione. — Un così alto numero di giovani che non ha accesso a un lavorocontinua
PARAGUAY, Pedro Cáceres • Nell’anno della misericordia, Papa Francesco ci ha molto esortato a fare visite alle carceri, come una tra le opere di misericordia. Un giorno, durante un’attività parrocchiale, di fronte a molte persone, ho detto che sarebbe stato molto difficile per me compiere quest’opera di misericordia, poiché non avrei saputo chi visitare, né con chi andare. A metà 2016, conversando con padre Pedro egli mi propose di accompagnare, un sabato, la Pastorale carceraria. Dopo aver riflettuto molto in quella settimana, ho deciso di accettare l’invito e andare incontinua
CILE, Luis Valdebenito Celedón • Il Gruppo degli Uomini di Los Ángeles fin dall’inizio ha scelto di esercitare un apostolato concreto e molto meritorio. Tutti i sabati, dalle 10.00 alle 12.00 visita il Centro di Detenzione Preventiva (CDP) di Mulchén. Ad oggi, circa 15/20 detenuti – su 150 detenuti – hanno ricevuto il beneficio di questo apostolato. — Nel mese di dicembre, Monsignor Felipe Bacarreza ha celebrato la cresima per 20 detenuti all’interno della Cappella del Centro di Detenzione Preventiva. Alla cerimonia hanno assistito autorità della polizia, familiari dei cresimaticontinua
PARAGUAY, Maria Fischer • “Dal Santuario ai poveri”. Con questo motto, Joao Pozzobon, l’iniziatore della Campagna del Rosario della Madonna Pellegrina, ha costruito la “Villa nobile della Carità”, congiungendo il Santuario di Santa Maria con questo paesino, attraverso una Via Crucis. – “Dal Santuario ha voluto aiutare specialmente le famiglie, nelle sue visite nelle case si preoccupava per le loro situazioni familiari e cercava di provvedere alle loro necessità. Allo stesso tempo, lo caratterizzava una dedizione speciale nei confronti dei poveri e dei più bisognosi, dei bambini, degli emarginati nellecontinua
BRASILE, Vítor H. Possetti • I bambini e gli adolescente del Servizio di Accoglienza del Centro Educativo “Catarina Kentenich”, hanno preparato il loro saggio di fine anno a San Paolo, dando esempio di solidarietà. Aiutare i disagiati Ispirati dal Natale e dal clima del Capodanno, i bambini e gli adolescenti del Servizio di accoglienza istituzionale di bambini e e adolescenti “Catarina Kentenich” hanno deciso di attuare diverse azioni di solidarietà nella città di San Paolo. La maggior parte di loro sono membri della Gioventù Maschile (Jumas) e delle Apostole dicontinua
PARAGUAY, Ani Souberlich y Maria Fischer • Il 12 febbraio si è compiuto un anno dalla benedizione della prima pietra per iniziare a costruire Casa Madre di Tupärenda in Paraguay. Si tratta di un centro per la reintegrazione sociale di adolescenti che sono stati in conflitto con la legge. In soli sei mesi è stata costruita la casa e si sono aperte immediatamente le porte per accogliere i partecipanti, che oggi sono già 19. Sono passati 6 mesi nei quali giorno per giorno possiamo essere testimoni di “piccoli grandi miracoli”continua
ITALIA/UNIONE EUROPEA, di Álvaro Real, via Aleteia.org • 700 persone sono state accolte attraverso il “corridoio umanitario” da parte della Comunità di Sant’Egidio, per un anno. Un record se si considera i dati di accoglienza dei rifugiati provenienti dai paesi dell’Unione Europea. Questa iniziativa conta più rifugiati nel 2016 di quelli ospitati complessivamente dai 15 paesi dell’Unione Europea. Solo un anno di vita di un progetto che sta avendo un successo senza precedenti e permettere ai rifugiati di raggiungere l’Europa legalmente e in sicurezza. Grazie all’accordo con l’Italia, Sant’Egidio coprecontinua
ITALIA, Pamela Fabiano • Un aggiornamento su Aleppo e sulla storia di Suor Maria Guadalupe Da qualche mese, sul nostro sito, cerchiamo di mantenere vivi l’attenzione e l’interesse, per come possiamo, sulle vicende che stanno avendo luogo in Siria e in Iraq. La guerra, come tutti sappiamo, non accenna affatto a diminuire e le popolazioni inermi non possono far altro che fuggire – ancora, fino a quando? –  o vivere di stenti in mezzo alle rovine di città rase al suolo. I media di tutto il mondo, però, sembrano noncontinua