Postato su 28. Settembre 2018 In Schoenstattiani

È morto P. Daniel Lozano, ex rettore del Santuario di Schoenstatt di Belmonte

ARGENTINA, Maria Fischer •

Molti lo conoscono come “Don Daniele”, rettore del Santuario Internazionale di Schoenstatt a Belmonte, Roma. Di anni 69 anni, P. Daniel Lozano è morto la mattina del 27 settembre. La Messa funebre sarà presieduta dall’arcivescovo, mons. Eduardo Eliseo Martín, venerdì 28 alle ore 11. —

Al di là dei diversi impegni pastorali nella sua diocesi, nel 1993, è stato nominato membro del Consiglio Pastorale dell’Arcidiocesi e nel 1994 è stato responsabile della costruzione del santuario di Schoensttatt nella città di Granadero Baigorria, nei pressi di Rosario; è stato inoltre direttore del movimento per l’arcidiocesi di Rosario. È stato consigliere della Campagna del Pellegrino nelle stesse Arcidiocesi di Rosario dal gennaio 2005 al 2014, formatore dei formatori sacerdotali, membro responsabile e consigliere generale dell’Istituto dei Sacerdoti Diocesani di Schoenstatt dall’ottobre 2013 al gennaio 2017.

Dopo aver rinunciato all’ufficio di parroco, gli fu permesso di trasferirsi a Roma dove è stato nominato rettore del Centro Internazionale di Schoenstatt e del Santuario di Belmonte il 2 febbraio 2015, un compito che ha svolto fino gennaio 2018.

 

Nel 2015, la redazione di schoenstatt.org ha posto a Don Daniel Lozano tre domande sullo Schoenstatt del secondo secolo dell’Alleanza d’amore.

Come sogna questo Schoenstatt nel suo essere, nel suo essere nella chiesa e nel mondo, e nel suo compito?

Lo sogno come una forza che si apre al mondo per segnalare nuovi venti nella Chiesa.

Per realizzare questo sogno, cosa dobbiamo evitare o lasciare?

Dobbiamo smettere di essere comunità chiuse.

Per realizzare questo sogno, quali passi concreti dovremmo intraprendere?

Vivere la C.A.U. (Confederazione apostolica universale) all’interno di Schoenstatt per attrarre le altre forze apostoliche e per essere un cuore unico che annuncia un unico messaggio: AMORE PER L’AMORE.

Che possa ora intercedere per questo suo desiderio.

Originale: spagnolo. Traduzione: Federico Bauml, Roma, Italia

 

 

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *