Postato su 8. Maggio 2015 In Riflessioni e opinioni, secondo seculo

Tre domande…intorno a Schoenstatt del secondo secolo dell’Alleanza (9)

Oggi rispondono: León Muñoz, e Inés Caviglia di Montevideo Uruguay. Fanno parte del Ramo Familiare da 10 anni. León è cardiologo ed Inés odontoiatra. Hanno due figlie una di 14 e una di 16 anni •

A metà dell’anno andando in pellegrinaggio per il secondo secolo dell’Alleanza d’Amore…..Come sogna questo Schoenstatt nel suo essere, nel suo vivere nella sua chiesa e nel mondo e nel suo lavoro?

Vediamo un Schoenstatt più impegnato con la Chiesa e con la società affrontando le nuove situazioni dell’ordine sociale e spirituale, a volte molto complesse e perfino confuse. Lo vediamo come un mezzo che forgia leader per guidare i pellegrini del mondo verso Gesù, per mano di Maria, seguendo la visione profetica di P. Kentenich

Per giungere a questo sogno. Che cosa dobbiamo evitare, o lasciare?

Non possiamo evitare di stare nel mondo, ma dobbiamo continuare a guardare Cristo come nostro grande ed ultimo desiderio: Con i piedi sulla terra ma gli occhi nel cielo.

Per raggiungere questo sogno, che passi concreti dobbiamo fare?

Molte preghiere, formazione nella fede e perseveranza e una gran speranza nella nostra missione di strumenti della Mater.


Traduzione: spagnolo. Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 

Tags: