Postato su 22. Novembre 2018 In Vivere l’Alleanza

La sfida di essere MAMME

ITALIA, Maria Antonina Rubino •

“Essere mamma oggi con Maria”; questo è il desiderio di noi mamme che abbiamo scelto di seguire il percorso delle Madri di Schoenstatt in Sicilia. —

Le nostre figlie sono delle apostole di Maria. E noi mamme? Cosa vogliamo essere per seguire le nostre piccole? Questa è una delle tante domande che si impadronisce della nostra mente e che ci lascia senza una risposta. O meglio, a volte è più comodo non cercarle delle risposte, avendo così una giustificazione per continuare a non scegliere ed omologarsi al pensiero degli altri, grazie ai quali non vogliamo sentirci più sole.

Proprio per le nostre figlie molte di noi mamme si sono ritrovate a cercare una risposta, conoscersi, a confrontarsi e perché no… anche a volersi bene. Abbiamo in comune il bene delle nostre bambine, la missione di guida e compagna nel cammino verso Maria e Gesù, in un mondo che ormai pensa solo alle apparenze e ignora le essenze. Un mondo che provvede a ogni bene materiale trascurando il bene dello spirito, dell’anima.

Sentirsi non più sole ma con Maria nel mondo, con Maria nella nostra vita.

Con Maria stiamo imparando a fermare il tempo e a riflettere su noi stesse, ascoltare i nostri pensieri e dedicare finalmente del tempo per capirci. Proprio così, a volte ci preoccupiamo tanto di capire gli altri rinviando ad un tempo indefinito la comprensione di noi stesse. Solo dando nutrimento alla nostra anima, solo dando qualcosa a noi stesse possiamo comprendere e dare agli altri. E chi meglio di Maria può venirci in aiuto? Aprendo i nostri cuori a Lei possiamo scoprirci delle donne con tante fragilità, ma determinate a superarle. Nei nostri incontri con Suor Julia, guida e compagna di viaggio, scopriamo con gioia come la Madonna (esattamente come noi) nel corso della sua esistenza abbia avuto tante difficoltà, tante prove da superare e confidando in Dio ce l’ha fatta!

Come “Madri di Schoenstatt” stiamo imparando ad “occuparci” e non sempre a “preoccuparci”, piano piano ci stiamo abbandonando in un atteggiamento di fiducia verso Dio. È un atteggiamento che richiede tanto esercizio, e tutte insieme stiamo lavorando duramente.

Ecco il nostro obiettivo finale: “Sentirsi non più sole ma con Maria nel mondo, con Maria nella nostra vita.”

Tags: , , , ,