Postato su 22. Novembre 2018 In Francesco - Iniziative e gesti

Il Papa nell’ospedale da campo per i poveri di Piazza San Pietro

PAPA FRANCESCO – Opere di misericordia •

La sera di venerdì 16 novembre, durante i vespri della Giornata Mondiale dei poveri, Papa Francesco ha fatto una visita a sorpresa all’ambulatorio allestito a Piazza San Pietro in Vaticano. L’allestimento di questo presidio medico temporaneo è una delle iniziative organizzate dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione nel segno della Seconda Giornata Mondiale dei Poveri che si celebrerà il prossimo 18 novembre e che si pone come obiettivo il dare attenzione ai più bisognosi.—

“È lui che ci trasmette questo amore per i poveri” dice una dei responsabili sanitari.

In questa Giornata Mondiale siamo invitati a render concrete le parole del salmo: «I poveri mangeranno fino a saziarsi» (Sal 22,27). Sappiamo che c’è stato un banchetto nel tempio di Gerusalemme dopo il rito del sacrificio. Questa è stata un’esperienza che in molte Diocesi ha arricchito la celebrazione della prima Giornata Mondiale dei Poveri dello scorso anno. Molti hanno trovato il calore di una casa, l’allegria di un pasto festivo e la solidarietà di quanti desideravano condividere la tavola in modo semplice e fraterno. Vorremmo che anche quest’anno, e nel futuro, questa giornata si celebri nel segno dell’allegria di riscoprire il valore di stare uniti. Pregare insieme in comunità e condividere il pasto della domenica.

Durante la visita, Francesco ha dialogato con alcuni dei volontari e dei presenti e si è fermato a scambiare qualche parola e a scherzare con un gruppo di poveri che lo aspettavano. “È stata un’emozione meravigliosa, è lui che ci trasmette questo amore verso i poveri, questa attenzione per le persone davvero bisognose di amore, affetto, tutto” ha dichiarato a Vatican News Giustina Betti, responsabile medico di Bios. Ha inoltre segnalato che il Papa si è complimentato per il lavoro svolto assicurando che anch’egli vive insieme a loro “questa esperienza così bella”. Mons. Fisichella presente al momento della visita a sorpresa

Tra i presenti c’era anche il Presidente del Consiglio Pontificio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, Monsignor Rino Fisichella, il quale ha dichiarato che l’improvvisa visita del pontefice è stata “una delle sorprese che fa Papa Francesco” in cui è stato “immediatamente circondato da tanta gente povera che si è accalcata intorno a lui”. Fisichella ha segnalato che tutti “desideravano salutarlo, abbracciarlo e ringraziarlo” e gli hanno anche chiesto di scattare un selfie come va di moda adesso. Inoltre – ha puntualizzato – il Papa ha salutato tutti, “uno per uno”, e li ha “ascoltati”. “Credo che, ancora una volta, sia stato un gesto di grande solidarietà e carità cristiana con il quale il Papa ha voluto dare testimonianza”, ha concluso.

Esami medici gratuiti per tutta la settimana.

L’ambulatorio, che ha aperto le sue porte lo scorso 12 Novembre, sarà operativo 14 ore al giorno durante questa settimana, dalle otto del mattino alle 10 di sera, e disporrà di medici generici e specialisti per garantire assistenza medica ai poveri, i quali potranno sottoporsi a esami medici e analisi cliniche gratuiti.

Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale dei Poveri, 18.11.2018

Il Papa non si era sbagliato quando nel 2014, durante l’udienza in aula Paolo VI, ci disse che non possiamo essere un movimento di “pettinatori di pecore” né di “parrucchieri spirituali”. Oggi, nonostante lo sforzo che molti fanno, il concetto di Schoenstatt in uscita resta ancora più una petizione di principio che una realtà effettiva.

 

Lettera della Gioventù del Cile

 

Con materiale di Vatican Media

Originale: spagnolo, 17.11.2018. Traduzione: Federico Bauml, Roma, Italia.

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *