Postato su 14. Febbraio 2018 In S18 Testimonianze, Sinodo 18

La JUMAS del Brasile contribuisce al Sinodo dei Giovani

BRASILE, Ariel Stival via jumasbrasil.com.br •

Papa Francesco ha convocato un Sinodo dei Giovani, che si terrà nel 2018, dal tema “Giovani, Fede e Discernimento Vocazionale”, nato dalle consultazioni nelle conferenze episcopali.

Il Sinodo dei Vescovi è una sorta di assemblea di consultazione per il Santo Padre, alla presenza di rappresentanti delle conferenze episcopali cattoliche di tutto il mondo, insieme a esperti e molte altre persone invitati, in primo luogo, a contribuire alla definizione, contestualizzazione e definizione del tema scelto per l’assemblea sinodale.

Come Gioventù Maschile del Movimento di Schoenstatt (JUMAS) in Brasile, quali giovani uomini attivi nella società, abbiamo sentito la necessità di contribuire con delle riflessioni a questo incontro. Questo è il motivo per cui, durante il Nono Forum Nazionale di Itaara-Rio do Sul, abbiamo indirizzato una lettera al Sinodo.

Nella lettera al Sinodo dei Vescovi, abbiamo espresso anzitutto il nostro più profondo sostegno per questo importante momento e la nostra gratitudine per l’ascolto dei giovani. Abbiamo anche scritto della nostra realtà, mostrando come i giovani del Brasile reagiscono in vari contesti, ad esempio nella scuola, nella Chiesa e nella famiglia, e come noi schoenstattiani viviamo in questi ambienti con il carisma proprio di Schoenstatt, che ci accende e ci aiuta nell’educarci, rendendoci delle persone migliori in grado di aiutare a cambiare il mondo. Infine, ci siamo resi disponibili affinchè i vescovi vogliano parlarci, così da poter attirare altri cuori giovanili che possano diventare, attraverso noi, strumenti di salvezza.

Il rappresentante della JUMAS Brasile, Lucas Galhardo, ha portato la nostra lettera a Roma, con una copia per il cardinale Baldisseri -segretario generale del Sinodo- e una copia per p. Rafaele del segretariato del Sinodo. “Prima di tutto, voglio dire che sono stato molto felice di conoscere questa iniziativa e la lettera stessa mi ha reso ancora più felice; è stata scritta molto bene e mi ha reso ancora più orgoglioso di essere parte della JUMAS “, ha detto Lucas. L’idea di inviare la lettera ai vescovi mostra che siamo connessi al Sinodo e in comunione con la Chiesa. Non siamo un ramo distinto; noi siamo Schoenstatt, noi siamo la Chiesa cattolica e siamo consapevoli di questo momento così importante e così speciale, non solo per i giovani, ma per tutte le realtà”: Lucas, che ha servito come segretario nazionale JUMAS, pensa che il Sinodo includa molto più dei movimenti giovanili: “Credo che questo sinodo si concentri sì sulla gioventù, ma va molto oltre. Credo che toccherà l’intera Chiesa e la società “, ha detto Lucas.

Come Gioventù in uscita che vuole portare Cristo in ogni parte della società; come Jumas del Brasile, pregheremo per questo Sinodo e ci impegneremo sempre di più nelle difficili realtà delle nostre parrocchie, così da essere Cristo per coloro che ne hanno bisogno.

 

Originale: Portoghese, 30/09/2017. Traduzione: Alessia Lullo, Roma, Italia

 

Tags: , , , ,