Postato su 11. Giugno 2010 In Anno sacerdotale

Uomini di Dio, fratelli tra fratelli nell’unico popolo, profeti di un mondo nuovo

Sacerdotes hoy, 9 de juniomkf. “Non mi dimenticherò mai, quello che mi ha detto uno dei 40 ragazzi assassinati, NIYONKURU Profais, due minuti prima di morire: <Dobbiamo restare uniti!>. Oggi ancora questa frase è per me come un testamento.” È la testimonianza di uno dei compagni dei martiri della fraternità, del seminario di Buta, Burundi. Il Cardinale Claudio Hummes, il Prefetto della Congregazione per il Clero, ha commentato, nell’ora liturgica delle vigilie del 9 giugno, alla fine dell’Incontro “Sacerdoti oggi”, lasciando da parte il testo preparato, che tra tutti gli apporti preziosi e ispiratori di quest’evento, questa testimonianza era quella che più l’aveva commosso. Ha soffiato lo Spirito Santo, lo Spirito di una Chiesa rinnovata, in questo pomeriggio, che è stata un’unica testimonianza di amore per la Chiesa e per la vocazione sacerdotale.

Sacerdotes hoy, 9 de junio

L’Incontro faceva parte delle celebrazioni di chiusura dell’Anno Sacerdotale, che sono iniziate mercoledì e continueranno venerdì. Si è diviso in tre momenti che cercavano presentare il profilo del sacerdote di oggi: un uomo di Dio, un fratello tra i fratelli nell’unico popolo, profeta di un mondo nuovo.

Moderatores (der.: el Padre Gerardo Cárcar, Padre de Schoenstatt) È stato organizzato dal Movimento dei Focolarini, dal Movimento di Schoenstatt, dal Rinnovamento Carismatico Cattolico Internazionale, e da altri Movimenti ecclesiali. Si nota una cultura dell’unità, una cultura d’alleanza tanto forte e al contempo tanto naturale, che non c’è bisogno far notare in nessun momento dell’Incontro da quale Movimento viene questo o quell’apporto….

Una corrente di sacerdoti invadendo l’Aula Paolo VI

Da prima delle 3 del pomeriggio, una corrente di sacerdoti – apparentemente più di 3000 calcolati anteriormente, e di almeno 70 paesi – insieme a religiose e a laici, ha cominciato ad invadere la piazza davanti all’Aula Paolo VI, colmandola. “Aver ottenuto quest’aula in un giorno come questo, è stato il primo gran, gran successo”, ha commentato il giorno dopo Mons. Peter Wolf, raggiante di felicità. “Averla colmata il secondo successo ancora più grande”.

Sacerdotes y más sacerdotes se dirigieron al aula Nella hall ci sono stand dove si vendono libri riguardanti il sacerdozio. La Gioventù di Schoenstatt di Roma ha portato il suo grande striscione, che avevano portato il 16 di maggio a San Pietro, nell’Incontro d’appoggio al Santo Padre. Tra i tanti libri appaiono due Madonne Pellegrine…”La Mater deve essere presente”, afferma Cristina Usai. Lo stand si trasforma rapidamente in un punto d’incontro dei sacerdoti amici di Schoenstatt.

La tua piccola scintilla accenderà un grande fuoco

Un libretto con motivazioni, riassunti di apporti e canti vuole essere un aiuto per vivere insieme questo pomeriggio, che è inserito nelle manifestazioni conclusive dell’Anno Sacerdotale. Il primo apporto, la testimonianza già menzionata di tre sopravvissuti al massacro del seminario minore di Buta, compagni dei martiri della fraternità, marca il carattere di testimonianza di quest’Incontro.

Stand de librosTutto – gli apporti artistici, i canti, la moderazione, gli interventi dei vescovi – porta questo bollo di autenticità e sincerità che solo si crea mediante la testimonianza viva e personale. “Pare che in questo tempo d’inflazione delle dichiarazioni, giustificazioni e presentazioni, l’unico idioma dello Spirito Santo tra gli uomini è la testimonianza della vita…..”, commenta al suo vicino un sacerdote brasiliano emozionato fino alle lacrime con l’apporto di due sacerdoti ungheresi intorno alla lotta contro l’individualismo.

Sono testimonianze che commuovono, e che parlano della vita concreta, delle sfide reali: un seminarista venezuelano, che impara ad accettare la sua malattia – la sclerosi molteplice – e cresce nell’amore per Gesù, un sacerdote tedesco che supera la sua dipendenza dall’alcool, la cena domenicale di sacerdoti per combattere la solitudine, un sacerdote della Serbia, che senza saperlo, ha salvato una coppia raccontando la propria esperienza di una Chiesa viva, la testimonianza di un sacerdote irlandese sulla fedeltà alla vocazione in questo paese, che tanto ha sofferto a causa degli scandali provocati dai sacerdoti.

Los sacerdotes de Burundi “Ci sono stati tanti paesi, che hanno toccato il più profondo del mio cuore”, afferma un sacerdote anziano. “È stato un rinnovamento del proprio ‘Sì’ alla mia vocazione sacerdotale. Nei confronti di testimonianze come questa, non resta altra cosa, che ricordare il primo amore al sacerdozio e volere ritornare a quell’entusiasmo radicale…Questo pomeriggio per me è valso tutti i ritiri della mia vita”

“Se la tormenta si scatena e resti fermo davanti al timone…allora avrai vinto, la perdita sarà guadagno, e la tua piccola scintilla accenderà il falò”, dice Cristian Dias Yepes, quel seminarista, oggi sacerdote, che soffre di sclerosi molteplice.

Maria dell’Alleanza….

Agli schoenstattiani presenti emoziona ascoltare, davanti a tanti sacerdoti, la canzone di Padre Juan Ignacio Pacheco: “Maria dell’Alleanza….”

Tutti gli apporti artistici non solo hanno un’alta qualità, bensì sono testimonianza della fede, dell’amore, della dedicazione a Gesù e al suo popolo. Gen Verde il complesso del Movimento dei Focolarini, regala ai sacerdoti della Chiesa una canzone, ispirata ad un testo di Padre Kentenich: “Come il pellicano”. “Apri come il pellicanoLe tue ali all‟infinitoCome in croce nell‟abbraccio. Lascia come il pellicano che il tuo cuore sia squarciato nella sua la tua ferita sia sorgente della vita…”

Uniti dallo stesso ideale di far diventare attuale l’opera di grazia di Gesù e d’annunciare il suo Vangelo

Bienvenido al Cardenal Bertone Il Cardinale Tarcisio Bertone ha portato i saluti del Santo Padre ai sacerdoti presenti. I sacerdoti “Sono essenzialmente fratelli tra fratelli, in cui riconoscono il volto di Cristo. Fratelli di tutte le persone, cui devono amare e servire con tutta la dedicazione, senza nessun attaccamento, senza cercare il proprio interesse”, ha spiegato il segretario di Stato di Benedetto XVI. La Chiesa e l’umanità “hanno bisogno di sacerdoti di questa grinta e valentia, di autentici profeti di un mondo nuovo, quel mondo che è cominciato con la venuta di Cristo, in continuo divenire, in continua formazione,” ha assicurato.

Mons. Ignazio Sanna, arcivescovo di Oristano, nella sua riflessione ha fatto notare che “il sacerdozio possiede una radicale forma comunitaria e solo può essere vissuto con uno spirito di comunione. Se il sacerdote vive questo spirito di comunione con umiltà e lealtà, crea sentimenti di corresponsabilità tra fedeli laici e sacerdoti, affinché tutti si riconoscano uniti dallo stesso ideale di fare diventare attuale l’opera di grazia di Gesù, e di annunciare il suo Vangelo”.

Texto del Padre Kentenich Il Cardinale Francisco Errázuris ha parlato del concetto di lavoro della Vª Conferenza Generale dell’Episcopato Latinoamericano e dei Caraibi, celebrato nell’anno 2007 nel Santuario di Nostra Signora di Aparecida: “Deciso a rispondere alle voci del tempo, P: Giuseppe Kentenich, il fondatore del Movimento Apostolico di Schoenstatt, ci proponeva di vivere e lavorare ‘con la mano tastando il polso del tempo e l’orecchio sul cuore di Dio”.

Tra i momenti più emotivi di questo pomeriggio si distaccano i testi di Chiara Lubich (in video) e di Padre Giuseppe Kentenich (letti da uno speaker) intorno al sacerdozio.

L’Incontro è terminato con la liturgia delle vigilie, presieduta dal Cardinale Claudio Hummes. “Per la conclusione dell’Anno Sacerdotale, lo Spirito del Signore ci ha riunito a Roma durante questi giorni e c’invita ad una rinnovata Pentecoste, anzitutto ai presbiteri”, ha affermato. Ha terminato la sua omelia invitando a pregare “per tutta la Chiesa e per il mondo, e con Maria, recitiamo una fervente preghiera allo Spirito Santo, affinché Egli venga a noi, c’illumini, ci santifichi.”

Liturgia

Tutti i testi delle testimonianze in italiano


Cardinal Claudio Hummes (pdf)

Cardinal Tarcisio Bertone (pdf)

Fotografie ufficiali

Album di fotografie schoenstatt.de