Postato su 25. Ottobre 2015 In Vivere l’Alleanza

Le sorprese di Dio

BRASILE, Mechthild Jahn y Renate Dekker •

La Madonna è leale. Così come Ella ha seguito il nostro Padre Fondatore, Giuseppe Kentenich in esilio a Milwaukee, e si è conservata fedele a noi. Ella ha scelto un piccolo posto proprio nella nostra parrocchia, San Giovanni Evangelista a Biguacu, in Florianopolis. Già durante la nostra visita in Germania siamo venuti a sapere che si sarebbe costruito un Santuario nella provincia di Santa Caterina, ma nessuno sapeva dove. Attraverso tante chiamate telefoniche e una ricerca in Google Maps abbiam scoperto il luogo. Al nostro ritorno in Brasile immediatamente ci siamo messi a cercarlo. L’abbiamo visto, ci ha sorpreso e ci è piaciuto moltissimo. Non potrebbe essere stato migliore! Esattamente a 6 chilometri da dove eravamo noi, nella località di Tijuquinas, la Madonna avrà un luogo speciale in un gran e ben curato giardino. C’è anche una casa dove gli schoenstattiani potranno riunirsi il giorno di Natale.

 

image015

In periferia

La mattina della dominica 11 ottobre quando siamo partiti per quel luogo abbiamo trovato una zona molto abbandonata, veramente fuori della città di Biguacu. Abbiamo preso il “cammino segreto” attraverso una stretta e sporca galleria sotto la strada BR 101, quella che già conoscevamo, quando eravamo andati a comprare fiori in un vivaio, per la parrocchia. Siamo passati davanti ad alcune baracche di legno e per una strada selciata piena di buche, e dopo poco siamo arrivati a un lungo muro con un portone chiuso: Casa 249.

 

“Possiamo visitare il luogo per il futuro Santuario della Madonna Pellegrina?”

La strada era stata bloccata? Dobbiamo annunciarci suonando il clacson? Ci siamo fatti coraggio per andare fino al campanello, abbiamo toccato il campanello e domandato: “Possiamo visitare il luogo per il futuro Santuario della Madonna Pellegrina?” Una voce ha risposto: “Il portone è rotto. Aspettate. Vado ad aprire.” Dopo un momento il portone si è mosso e che sorpresa, ci ha accolto Suor Cleonice, la procuratrice della Provincia Tabor. Ha aperto le braccia e ha gridato: “Finalmente siete arrivati! Ho pregato con tanta forza affinché ci incontraste. Ti ho chiamato per telefono spesso. Nessuno mi ha risposto!”. Lei ha salutato Renata con un grande abbraccio. Abbiamo domandato, “Come avete fatto per trovare un luogo tanto bello?”. “È una lunga storia. Passate e vi racconto”, è stata la sua risposta.

Nella casa ci siamo incontrati con un’altra amica di Rena ta, Suor Teresina. Lei ci ha accolto con un affettuoso benvenuto e una spontanea gioia. Ci hanno mostrato la casa di tre piani, completamente ammobiliata con ascensore, i giardini e una piccola cappella alla fine del terreno, e una meravigliosa vista ai boschi e al mare.

image013

Le sorprese di Dio

Le Sorelle ci hanno raccontato intorno a quanto per loro e per noi erano le fantastiche sorprese di Dio

Nessuna guardava l’ora, si era fatto molto tardi. Le abbiamo invitate a che ci accompagnassero a pranzare in un semplice ristorante vicino. Mentre pranzavamo hanno continuato la loro storia.

Ma la migliore parte di questo viaggio di tante scoperte è stata l’affettuosità con cui è stata accolta Renata.

Suor Cleonice ci ha ricordato che durante gli ultimi 50 anni Renata aveva detto più di una volta: “La mia provincia natale, Santa Caterina, deve avere un Santuario di Schoenstatt”.E adesso sarà qui. I miracoli avvengono! Il che le ha fatto ricordare il detto dello scrittore portoghese Fernando Pessoa, “Se la gente sogna e Dio pensa, l’opera ha successo” Mechthild ha ricordato una frase di Mons.Helder Camara: “Se qualcuno sogna nel suo proprio sogno, è solo un sogno. Se molti sognano insieme è il principio di una nuova realtà”.

Quando Suor Cleonice, che sempre era stata d’accordo con Renata, e Suor Teresina hanno ascoltato l’ideale del nostro Santuario Domestico “Un granello di mostarda di speranza”, spontaneamente hanno commentato: “Il seme ha già dato i suoi frutti”.

image017

Questo tipo di proprietà in armonia con il desiderio di Papa Francesco di “una Chiesa povera”?

Le Sorelle sono rimaste sorprese per questo regalo, che il nostro vescovo Mons.Wilson quasi “obbliga” ad accettare, perché lui era amico di chi lo donava. Le Sorelle hanno comprato anche il terreno vicino, affinché gli autobus avessero posto per parcheggiare, e la gente fosse comoda ed abbia un posto per camminare prima di entrare a visitare la Santa Madre. Il che significa che la Madonna Pellegrina sia viva in Santa Caterina e attiri migliaia di cuori.

Una delle domande urgenti per il vescovo, le Sorelle e i capi laici prima di accettare la lussuosa casa e i fantastici giardini è stata: È questo tipo di proprietà in armonia con le dichiarazioni del nostro Papa Francesco? Ci sono state varie discussioni tra il vescovo e i laici, che avevano dedicato molto tempo e forza a quella casa e a quel giardino e che continueranno facendolo. Renata ha commentato: “Voi siete nella periferia. Semplicemente aprite le porte e siate amici dei vicini” Suor Leonice ha raccontato che tutti coloro che la visitano sono felici e dicono “Questo è meraviglioso! La Madonna se lo merita!” Noi anche siamo sorpresi per tale regalo.

image021

La benedizione il 5 settembre.

Abbiamo scoperto in internet fotografie della benedizione della proprietà che si è tenuta il 5 settembre, quando ancora eravamo in Germania. In quella occasione si è intronizzata la Santissima Madre nella piccola cappella della proprietà. Tre vescovi erano presenti: Mons.Vito, il nostro arcivescovo Mons Wilson e Mons. Rafael di Blumenau (membro della Federazione dei Sacerdoti di Schoenstatt), insieme con molti sacerdoti, con rappresentanti della politica e della società e circa 1300 pellegrini.

¡Magnificat anima mea Dominum!

image023

Originale: tedesco. Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata – Argentina.

Tags: , , , , , , ,