Postato su 8. Agosto 2015 In Vivere l’Alleanza

Una Famiglia nel cuore della Chiesa – Un programma per i prossimi anni

ITALIA, Pamela Fabiano •

Nell’ottobre di venticinque anni fa, la Divina Provvidenza ha scelto un piccolo luogo, all’ombra della Basilica di San Pietro, a Roma, presso il quale Maria Santissima ha posto la sua dimora tra noi, e opera come Cuore della Chiesa, al servizio della Chiesa, come Madre premurosa sempre pronta ad accogliere i suoi figli.

Questo piccolo luogo è il Santuario Cor Ecclesiae che si trova in via Aurelia Antica, 112 – Roma, ed è sotto la gestione dell’Istituto delle Sorelle di Maria di Schoenstatt, le quali sono al servizio della Chiesa e del Movimento di Schoenstatt a Roma e in Italia.

Il 25° anniversario del Santuario Cor Ecclesiae

In quest’anno 2015, il primo dopo il Centenario dell’Alleanza d’Amore, la comunità schoenstattiana romana e italiana, ha motivo di prolungare le celebrazioni proprio per festeggiare solennemente il 25° anniversario del Santuario Cor Ecclesiae. Un santuario che ha visto, negli anni, la presenza di Sorelle che con dedizione e passione hanno posto i semi del Movimento in Italia, attraverso la formazione di piccoli gruppi di Alleanza, prima, e l’accompagnamento delle Famiglie e dei giovani, poi. Non è facile raccontare una storia lunga un quarto di secolo senza citare nomi cari alla Famiglia romana che sono passati dal Santuario Cor Ecclesiae: Sr. Erika, Sr. Annetraudis, Sr. Lisianne, Sr. Neida, Sr Asunción, Sr. Marie-Johanne, solo per citare le Superiore della Casa che si sono susseguite negli anni, e la cara Sr. Fátima, l’attuale Superiora della casa, che, insieme alle Sorelle attualmente presenti, sta alacremente organizzando e preparando i festeggiamenti di ottobre. Ogni nome porta con sé una storia, un ideale perseguito, un talento offerto, e se la Famiglia romana oggi è quella che è, lo deve anche a loro. La loro cura del luogo si manifesta, poi, anche nel restauro appena concluso che fa risplendere il Santuario in tutta la sua semplice bellezza.

Avvenimenti importanti

Il Santuario Cor Ecclesiae è stato testimone di avvenimenti importanti e miliari anche nella storia di tutto il Movimento di Schoenstatt:

  • L’incoronazione della Madre e Regina Tre Volte Ammirabile, effettuata dal cardinale Camillo Ruini il 15 settembre 1994; oltre a un grande numero dell’Istituto delle Sorelle di Maria vi erano anche presenti numerosi rappresentanti della Chiesa e del Movimento internazionale;
  • Giovanni Paolo II vi si recò il 29 dicembre 2000, alla conclusione del Grande Giubileo del 2000, in visita privata, di cui sono stati testimoni gli esponenti del Movimento a Roma.
  • L’applicazione della Targa della Missione delle Sorelle di Maria, cerimonia presieduta dall’allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il cardinale Joseph Ratzinger. Essendo cardinale gli piaceva di recarsi ogni tanto in preghiera al Santuario e visitare la comunità delle Sorelle.
  • Cerimonia dell’applicazione dell’Occhio del Padre il 16 novembre 2008, presieduta dal cardinale Eduardo Martínez Somalo, grande amico e benefattore del Movimento.
  • Tante cerimonie di Alleanza d’Amore tra la Madonna e i suoi figli e le sue figlie…

Nell’auspicio che anche papa Francesco voglia un giorno far visita alla nostra Madre, vediamo come la vicinanza fisica e la presenza concreta dei Papi e della Chiesa tutta, rappresentata qui a Roma dalla Santa Sede Vaticana, ci impegna ad essere, all’ombra di questo Santuario, sempre più veri e autentici testimoni di Cristo. Il mondo, senza volerlo, ci guarda! Ogni pellegrino schoenstattiano che si reca a Roma, infatti, fa visita al Santuario e trova una famiglia romana. Ebbene: cosa ci auguriamo che veda? Ci auguriamo di poter essere Chiesa in uscita; Chiesa che si fa Famiglia per coloro che sono più deboli, emarginati; Chiesa che si fa cuore pulsante che vivifica le periferie ed è capace di partecipare alla missione educatrice di Maria, attraverso un’attenzione particolare alla cultura, nei luoghi ad essa preposti (Università, politica, società, mezzi di comunicazione). È questo, un programma per il futuro, forse audace – dunque, possibile!

È da questo piccolo luogo che la Madonna ha distribuito doni e grazie in abbondanza e spetta a coloro che lo vivono quotidianamente continuare ad essere strumenti per le generazioni future: Nulla senza di te – Nulla senza di noi!

Tags: , , , ,