Postato su 2015-05-26 In Vivere l’Alleanza

Realizzare insieme famiglia e professione – una nuova dimensione

SVIZZERA, di Claudia Rohner •

Otto coppie di coniugi con i loro figli si sono incontrati Domenica, 19 Aprile 2015, sul Friedberg, Gossau (SG) per la terza Giornata della Famiglia.

Il tema di quest’anno, “Realizzare insieme famiglia e professione – una nuova Dimensione”, è davvero una sfida per tutti i coniugi, per cui non si vedeva l’ora di ascoltare la relazione di Melanie ed Ulrich Grauert, che si erano occupati a fondo del tema. Mentre i bambini attendevano con gioia il momento di giocare e le giovani baby-sitter li prendevano in consegna, le singole persone si presentavano brevemente, raccontando come primo approccio un lieto evento dell’ultima settimana.

Non dire “o”, ma “e”

_imagedownload.aspI relatori-coniugi Melanie ed Ulrich Grauert, anch’essi genitori di cinque figli, hanno messo in risalto di non voler parlare di “Professione o di Famiglia”, ma di “Professione e di Famiglia”.

Questo rientra del tutto nello spirito di Padre Josef Kentenich, che in Austria viene definito anche “Padre dell’e”, perché ha sempre cercato di portare in connessione con “e” cose che di per sé erano contrastanti tra loro. Come nel caso di Autorità e Obbedienza, Legame e Libertà. Non ha temuto né scansato la tensione, ma ha cercato di sfruttarla positivamente.

In questo modo, i relatori-coniugi vogliono ampliare il concetto di Famiglia, nel senso che anche la sfera della professione fa parte di essa e che entrambe formano un’unità. Quest’unità non viene a mancare neanche dall’ “andare al lavoro”. Anche lo scambio sul mondo della professione è importante e lo sguardo integrante dello sposo o della sposa è un arricchimento. Secondo uno studio, i genitori d’oggigiorno vogliono far bene le cose come nessun’altra generazione prima di loro, finendo per mettersi sotto pressione. Per cui il travaglio interiore tra lavoro e famiglia è un grande fattore di stress. Spesso si esigono dai figli e dai dipendenti prestazioni al top e questa pressione crea tensione.

Nella natura la tensione si scarica sotto forma di temporale. È un’energia che può diventare distruttiva e pericolosa. Se però si collegano due poli diversi, allora si giunge ad una carica di equalizzazione e da questo processo scorre la corrente. Figurativamente, attraverso la tensione si sviluppa qualcosa di produttivo, di positivo e di vitale. I coniugi Grauert hanno rivelato alcuni trucchi che essi contrappongono allo stress quotidiano. Per esempio, essi riservano all’inizio dell’anno, molto consapevolmente, alcuni fine-settimana solo per la famiglia oppure Ulrich Grauert si informa già sulla via del ritorno dal lavoro sullo stato momentaneo della moglie e dei figli, per potersi preparare interiormente ad affrontare la situazione che troverà a casa.

Scambio di idee

005168Dopo la relazione c’è stato il tempo di scambiarsi le idee, come coniugi, su ciò che avevano sentito. Più tardi ci si è incontrati nel grande giro e ci si è resi conto che conciliare professione e famiglia rimarrà sempre una sfida. Essendo ogni famiglia diversa, ciascuna deve trovare per se stessa la soluzione personale adatta.

Con un pranzo in comune alla Mensa del Friedberg ci si è ristorati e anche la schiera dei bambini molto vispi si è riunita ai genitori.

Il pomeriggio è iniziato con gli impulsi di Padre Josef Hälg. Prendendo spunto dalla Storia dell’Anfora, egli ha illustrato come possiamo dedicare il nostro tempo prezioso alle cose veramente importanti.

Come chiusura c’è stata un’animata Celebrazione Eucaristica nella Cappella di Schoenstatt del Friedberg, gremita fino all’ultimo posto. Pater Josef Hälg ha fatto una bella celebrazione, soprattutto per i bambini. I bambini grandicelli hanno avuto il compito di accendere solennemente la candela e di proclamare le Intercessioni. Anche gli occhi dei piccoli brillavano e nella comunità i bambini si sono sentiti visibilmente a loro agio.

Arricchiti dalla relazione dei coniugi Grauert, dall’impulso spirituale di Padre Josef Hälg e dallo scambio di idee con gli altri coniugi sulla giornata, le famiglie sono ritornate a casa. E hanno preso con sé “in valigia” alcuni spunti, che speriamo li accompagneranno nella loro quotidianità.

Fonte: www.schoenstatt.ch


Originale: Tedesco. Traduzione: Maria D. Congiu, Roma, Italia

 

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.