solidarietà Tag

PARAGUAY, Dequení • Di per sé, questo sarebbe stato il momento giusto per la fase conclusiva e il culmine delle “borse a cono scolastiche” della Campagna di Dequení, che consiste nel rendere possibile, come ogni anno – attraverso sponsorizzazioni e offerte – che migliaia di bambini provenienti da famiglie di estrema povertà possano andare a scuola anche nel 2016. Ma ecco che a Natale sono straripati i fiumi Paraguay e Parana e Dequení ha solidarizzato subito, insieme a tantissime altre persone, con le famiglie colpite. Tra gli evacuati ci sonocontinua
L’Assemblea dei Provenciali Gesuiti di Europa riunita in Roma ha ripetuto il suo impegno con i rifugiati e gli emigranti. In questo tema si è ripetuta dichiarazione intorno ad unspeciale richiamo alla solidarietà • Cento mila rifugiati sono arrivati in Europa in questo anno in Europa da diversi paesi. Ci reca tanta tristezza le sofferenze che hanno patito. Siamo impressionati dalle notizie della morte di centinaia di persone al tentare di attraversare il Mediterraneo o asfissiati in autobus cercando di entrare in Europa. Rifugiati Coloro che fuggono vengono da paesicontinua

Postato su 21.09.2015InSchoenstattiani

Cile trema

CILE, Carmen María Rogers • 16 settembre È primavera. Le strade sono particolarmente belle sotto il cielo limpido, con i loro alberi fioriti e gli edifici imbandierati. I supermercati, i bancomat, le strade d’uscita da Santiago, le stazioni di servizio … dappertutto regna la tensione, nella gioia dell’attesa che precede il riposo di un fine settimana speciale: la vigilia della Festa dell’Indipendenza. Il giorno 17 solo pochi lavorano e massimo fino a mezzogiorno; tutti sono comunque occupati preparando lo spiedo, il viaggio, la festa. Si discute sulla situazione politica dellacontinua
PARAGUAY, 100 case solidali, di Ani Souberlich e Maria Fischer • “Vedere i vostri volti, i vostri figli, i vostri nonni. Ascoltare le vostre storie e tutto quello che avete realizzato per stare qui, tutte le lotte che avete fatto per avere una vita degna, un tetto. Tutto quello che fate per superare l’inclemenza del tempo, le inondazioni di queste ultime settimane, tutto questo mi riporta alla memoria la piccola famiglia di Betlemme. Una lotta che non vi ha rubato il sorriso, la gioia, la speranza. Un darsi da farecontinua
ITALIA, Misión Roma: Schoenstattiani collegati in rete, in pellegrinaggio per il Cammino di Compostela: Questa è l’offerta dei Misioneros de la “Misión Roma” alla vigilia della loro partenza per il “Cammino” con 25 giovani italiani, che avrà luogo a fine luglio. Nico Promo, Braulio Heisecke e Jorge Artiz lanciano, per mezzo di schoenstatt.org, quest’offerta solidale a tutta la Famiglia di Schoenstatt • Buon giorno a tutti! Come tanti di voi sapranno, noi “Misioneros de la Misión Roma”, partiremo insieme a Padre Alfredo Pereira e altri 25 giovani italiani in direzionecontinua
ITALIA – ROMA – PARAGUAY, Maria Fischer • “Ho preso contatto con M. e subito dopo con C. suo fratello che si trova qui a Roma; ci scambiamo i dati e il resto a voce”, scrive Nico Prono – il paraguayano schoenstattiano di 21 anni che si trova attualmente a Roma – a nemmeno due ore dall’invio di una email da parte del team di schoenstatt.org chiedendo aiuto solidale a diversi schoenstattiani di Roma che padroneggiano lo spagnolo. Il fratello di una schoenstattiana del Cile si trovava a Roma incontinua
Da radioduomo di Colonia (domradio) e Redazione • È un segno spettacolare e rattrista. 23.000 rintocchi di campane riecheggeranno per gli scomparsi nel Mediterraneo e per i profughi che hanno lasciato la patria per terrore, per fame e paura costante e forse anche “solo” per una vita eventualmente migliore, affidando la loro sorte ad un barcone sballottante e fragile e alla compassione degli europei. Nell’Arcidiocesi di Colonia, 23000 Rintocchi di Campane ricorderanno i Profughi annegati nel Mediterraneo. “Corriamo pericolo di dimenticare queste persone”, ha detto l’Arcivescovo Rainer Maria Woelki. Quest’azionecontinua
Roma – Belmonte, di María Fischer • Martedì, 9 Giugno 2015, pioggia torrenziale alla fine di una giornata calda d’estate a Roma. Non potrebbe essere più semplice e naturale. Un piccolo gruppo si è riunito nel Santuario Matri-Ecclesiae di Roma per partecipare alla santa Messa: un argentino, delle brasiliane, tedeschi e italiani e un giovane dell’Ucraina che, colto dalla pioggia mentre passeggiava, si è rifugiato nel Santuario. Come sempre, ci sono davanti all’Altare due Anfore – la grande viene dal Santuario di Tuparenda, Paraguay ed è strapiena di fogliettini checontinua
Per Redazione • In un giorno di sole e caldo. Il Papa si è affacciato alla finestra di piazza San Pietro per salutare la quantità di pellegrini e fedeli per ascoltare le loro parole e pregare con lui la preghiera mariana. All’ora dell’Angelus, Francesco ha ricordato che in quella data molti paesi celebrano il Corpus Domini. Il Papa ha sottolineato, riflettendo intorno al Vangelo del giorno, che Gesù attribuisce al pane una funzione che non è più quella del semplice alimento, bensì quella di fare presente la sua Persona nellacontinua
SUDAFRICA, Sarah-Leah Pimentel • Da qualche tempo c’è in Burundi un disagio crescente. È giunta alla fine la sua favola d’oro, lodata come una story di successo nella metà degli anni ’90 per il suo risollevarsi da una guerra civile sanguinosa verso un tempo di democrazia pacifica. Alcuni mesi fa iniziarono ad affiorare i primi sussurri secondo cui nel piccolo paese non andava tutto bene. I sussurri divennero voci, le voci divennero paura, la paura riportò alla memoria i ricordi dei giorni bui della guerra e delle tensioni etniche. Cominciaronocontinua