rifugiati Tag

SINODO DEI VESCOVI • “Oggi celebriamo la memoria della Beata Vergine Maria del Rosario”, ha ricordato il Papa Francesco, il mercoledì 7 di ottobre nei saluti che ha rivolto ai pellegrini dopo la sua catechesi. Il Santo Padre ha rinnovato la sua esortazione a pregare intensamente per i lavori sinodali e ha raccomandato le famiglie a “Maria Regina della famiglia”. Rivolgendosi alle migliaia di pellegrini di tante parti del mondo, che hanno partecipato nella sua udienza generale, nelle sue parole per coloro di lingua francese e di lingua araba, provenienticontinua
Da Schoenstatt, P. Franz Widmaier/Maria Fischer • “Ciò che finora non avevo neanche sognato…”, dice Padre Franz Widmaier, “è diventato realtà, questa domenica, intorno al Santuario Originale.” Il 22 e il 23 agosto ha avuto luogo intorno al Centro dei Pellegrini di Schoenstatt una Festa internazionale con musica dal vivo, mercatino internazionale, specialità tipiche delle tradizioni di ogni paese e concerto di world music. Ed ecco le parole dell’annuncio: “Questo Festival ha lo scopo di riunire tutta la diversità delle varie nazioni. C’è un programma variegato di arte e cultura,continua
Da Schoenstatt, Maria Fischer in un’intervista con Padre Franz Widmaier • Alcuni giorni fa, Papa Francesco ha scelto come tema della prossima Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, che si celebrerà il 17 Gennaio 2016: “Migranti e rifugiati ci interpellano. La risposta del Vangelo della Misericordia”. Un Messaggio che è arrivato già da tempo a Padre Franz Widmaier, che il 21 agosto u.s., in conversazione con schoenstatt.org, diceva di essersi sentito per lunghi anni come una voce che grida nel deserto, ogni volta che a Schoenstatt toccava il temacontinua
Redazione • Viene la paura, quando in Germania vanno in fiamme i Centri di accoglienza profughi. E fa venire la vergogna, ci si vergogna molto profondamente. E d’altro canto non serve sapere che la Germania non sia sola con questa xenofobia ottusa, morbosa, armata di fuoco, di pietre e di muri e frasi, che forse colpiscono più delle stesse fiamme. Non si è obbligati ad aver simpatia per il celebre film “The day after Tomorrow” (L’alba del giorno dopo) di Roland Emmerich. Ma forse per questa breve scena che raccontacontinua