carcere minorile Tag

PARAGUAY, Ricardo Acosta • È stata una giornata piena di emozioni, quella in cui Cristian, adolescente che ha concluso il programma della Casa Madre di Tuparenda (CMT), ha ottenuto il diploma. Era presente per l’occasione anche la signora Emma, che lo aveva già assunto per lavorare al supermercato Morel, dove ha svolto il suo tirocinio, e dove è rimasto a lavorare come panettiere. —   In compagnia dei suoi cari e del suo “padrino”, don Pepi (José) Cosp, Cristian ha ringraziato per il sostegno ricevuto dal programma e dal patrocinatorecontinua
PARAGUAY, Ani Souberlich y Maria Fischer • Il 12 febbraio si è compiuto un anno dalla benedizione della prima pietra per iniziare a costruire Casa Madre di Tupärenda in Paraguay. Si tratta di un centro per la reintegrazione sociale di adolescenti che sono stati in conflitto con la legge. In soli sei mesi è stata costruita la casa e si sono aperte immediatamente le porte per accogliere i partecipanti, che oggi sono già 19. Sono passati 6 mesi nei quali giorno per giorno possiamo essere testimoni di “piccoli grandi miracoli”continua
PARAGUAY, P. Pedro Kühlcke • – Ciao Pepito! Sei di nuovo in carcere? Che amarezza! Perché? –Si, Padre, perdonami! Ho resistito quattro mesi fuori ma non trovavo lavoro da nessuna parte. Non ho ricevuto l’appoggio di nessuno, sai bene che caos c’è nella mia famiglia. La tentazione fu troppo forte e cedetti di nuovo. Il dolore: non hanno il tempo di assaporare la libertà che già rientrano in carcere Dopo quasi due anni dalla chiamata della Mater alla missione in una periferia così esistenziale come il carcere minorile, ci lanciammocontinua
PARAGUAY, P. Pedro Kühlcke/ comunicato stampa del Ministero della Giustizia del Paraguay • “Si respira molta emozione, allegria e soprattutto gratitudine verso la ‘Madre di Tupãrenda’”, commenta P. Pedro Kühlcke. Era il pomeriggio del 12 febbraio, giorno che rimano storico per l’abbraccio fraterno tre il Patriarca Kiril di Mosca e Papa Francesco a La Habana, Cuba ma anche per il gesto compiuto presso il Santuario di Tupãrenda, con il quale si da inizio alla costruzione della “Casa Madre di Tupãrenda”: un centro di formazione al lavoro e di sviluppo umanocontinua
PARAGUAY, Roberto D. González Brizuela, membro della Pastorale Penitenziaria “Visitación de Maria” • È impossibile descrivere tutto ciò che ho vissuto negli ultimi due mesi nel C.E.I. (Centro Educativo Itauguá) con Padre Pedro, con i detenuti e con tutti quelli che ci vanno ogni sabato – e quand’è possibile anche negli altri giorni. Fin dal primo giorno in cui ho varcato il Centro ha fatto su di me un’impressione molto forte, molto forte nel senso che nel posto dove meno me lo aspettavo – e mai potevo immaginare – avreicontinua