Postato su 2013-05-23 In Santuario Originale

Dono al Movimento di Schoenstatt, in occasione del suo Centenario!

SANTUARIO ORIGINAL, P. Theo Breitinger. È con grandissima gioia che il Movimento Internazionale di Schoenstatt apprende la notizia inattesa, che la Comunità dei Pallottini ha oggi deliberato, nell’Assemblea provinciale, di donare il Santuario Originale, insieme all’area adiacente, al Movimento di Schoenstatt, come Dono per il Centenario. Dove opera lo Spirito pentecostale di Dio, là Egli crea sorprendentemente cose nuove e mette in movimento la nostra vita.

 

Dopo che nei giorni di Pentecoste c’erano stati nuovamente colloqui tra Schoenstatt e i Pallottini, per trovare una soluzione per il Santuario originale e la situazione nella valle di Schoenstatt, ora ci rallegriamo di questo gesto generoso della donazione nell’ambito del Pellegrinaggio di Schoenstatt. Noi ringraziamo vivamente la Comunità dei Pallottini per questo esserci venuti incontro e vediamo questo dono “giubilare” come segno della disponibilità a continuare a formare il futuro del Luogo di Schoenstatt in buona relazione vicendevole tra Movimento di Schoenstatt e Pallottini .

Il nostro più vivo ringraziamento va naturalmente anche alla Santissima Trinità, la cui azione sentiamo chiaramente in questo avvenimento. E ringraziamo la Madre di Dio che ha accompagnato premurosamente, in maniera molto evidente, la nostra preghiera e supplica negli ultimi giorni e settimane, contribuendo affinché si aprano nuove porte e si mostrino buone soluzioni.

Con gioia e gratitudine

P. Theo Breitinger

Provinciale

Qui di seguito pubblichiamo il testo della dichiarazione di stampa dei Pallottini in merito a questo avvenimento:

 

Provincia dei Pallottini “Herz-Jesu”

(Sacro Cuore di Gesù)

Mercoledì, 22. Maggio 2013 – ore 13.oo

Dichiarazione di stampa

I Pallottini donano il Santuario Originale al Movimento di Schoenstatt

 

La Comunità dei Pallottini dona al Movimento di Schoenstatt, per il suo “Anno giubilare 2014” (Centenario), la Cappella di Pellegrinaggio situata a Vallendar-Schoenstatt.

Questa è la delibera dell’Assemblea Provinciale, la commissione decisionale più alta della Comunità, nella sua seduta del 22 Maggio 2013, nella Casa Provinciale di Friedberg, Baviera.

Oltre alla Cappella fa parte della donazione l’adiacente Piazzale dei Pellegrini.

Dopo un’esauriente discussione, l’Assemblea aveva approvato la Domanda di donazione.

Qui di seguito le parole del Provinciale dei Pallottini, P. Helmut Scharler: “Il Movimento di Schoenstatt aveva chiesto già da anni un gesto generoso nell’ambito del Pellegrinaggio di Schoenstatt. Con questa donazione vogliamo affidare al Movimento la Cappella Mariana per il Centesimo Anniversario del Luogo di Pellegrinaggio di Schoenstatt del 2014, unendo a ciò la speranza che molti uomini anche in futuro possano sperimentare la vicinanza della Madonna e la forza salutare e ispiratrice del Luogo di pellegrinaggio”. Egli ha parlato però anche di nostalgia; infatti, molti Pallottini sono stati per decenni attivi e di successo nell’edificazione del Movimento di Schoenstatt e nella pastorale. Nel 1901 i Pallottini avevano acquistato la “Altes Haus”, la “Vecchia Casa”, da proprietari privati, per la costruzione di uno Studentato, come “Culla della loro presenza” a Vallendar. La Cappella, a quel tempo un ripostiglio per attrezzi di giardino, fu risistemata e ricominciò a servire da allora in poi come Luogo sacro (Cappella della Casa). Nel 1914, un gruppo di studenti intorno al Direttore spirituale dei Pallottini, Padre Josef  Kentenich, si consacrò qui alla Madonna. Il Movimento di Schoenstatt vede questa data come l’inizio della sua azione apostolica (Atto di Fondazione).

Nel 1964 si giunse alla separazione tra il Movimento di Schoenstatt e i Pallottini, che fino ad allora avevano promosso e formato in modo determinante lo sviluppo di Schoenstatt, come anche il nascente Movimento di Pellegrinaggio. Il Santuario stesso restò di proprietà dei Pallottini, che continuarono a dare forma al luogo con le loro offerte pastorali e coordinando tutto l’insieme delle tante comunità di Schoenstatt.

Nel 2012 essi lasciarono, come primo passo, l’usufrutto e l’amministrazione della Cappella ai Schoenstattiani. Qui di seguito le parole del Rettore della Haus Wasserburg, Padre Alexander Diensberg: “Noi volevamo raccogliere esperienze di come potesse funzionare la reciproca attività sul posto. In fondo, noi Pallottini intratteniamo qui un lavoro pastorale proprio, che va oltre il territorio, nella Casa di Formazione giovanile “Haus Wasserburg”, nel Centro psico-terapeutico e nella Chiesa di san Vincenzo Pallotti. Abbiamo fatto buona esperienza da entrambe le parti. Questo ha spinto noi Pallottini a consegnare ora definitivamente la Cappella”.

 

Traduzi8one: Maria Congi¡u, Roma, Italiua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *