Postato su 15. Marzo 2016 In Insieme per l'Europa

Segni di Riconciliazione a Monaco (Baviera)

INSIEME PER L’EUROPA / Ufficio Stampa •

„500 anni di divisione bastano – l’unità è possibile!“ E’ con questo slogan che la rete ecumenica Insieme per l’Europa invita al prossimo incontro internazionale, questa volta nella capitale bavarese. Sono coinvolti nel Congresso e nella Manifestazione rappresentanti dal mondo politico e numerosi capi di Chiese, tra cui il Cardinal Kurt Koch da Roma, il Vescovo evangelico Otfried July della Federazione Luterana Mondiale, il Metropolita rumeno-ortodosso Serafim Joanta, il Cardinal Reinhard Marx, il Vescovo evangelico regionale Heinrich Bedford-Strohm e il Segretario generale del Consiglio ecumenico delle Chiese Olav Fykse Tveit.

L’intenzione centrale della Manifestazione è quella di dare in tempi di crisi e di lacerazioni interne del continente europeo un chiaro segno pubblico per la riconciliazione e l’unità dei cristiani.

Congresso per rappresentanti nel Circus Krone Bau

Per questo, come prima tappa, 2.400 persone di tanti Paesi europei, convengono nel Circus-Krone-Bau dal 30 giugno al 1 luglio 2016 per un Congresso rivolto a rappresentanti di Movimenti e Comunità di cristiani impegnati, con una base insolitamente ampia: da Schoenstatt alla Comunità Sant’Egidio, attiva nell’ambito sociopolitico, dal Movimento dei focolari a numerose Comunità dell’YMCA, alla Fraternité Orthodoxe en Europe occidentale, fino alla ‘Comunità cristiana libera di giovani di Lüdenscheid’ (FCJG). In quanto alle tematiche: nei 19 forum si affrontano, tra l’altro, l’integrazione e la riconciliazione, la solidarietà con i bisognosi, l’impegno di cristiani in regioni di frontiera. Venerdì, 1 luglio, sono invitati anche cittadini di Monaco interessati alle 17 Tavole rotonde. Ad esse parteciperanno, per un dialogo con cristiani di diverse Chiese, relatori del mondo politico ed ecclesiale; fra gli altri: riguardo alla solidarietà tra le generazioni, il Ministro tedesco Emilia Müller; sulla sostenibilità e la tutela climatica, l’ex-Ministro per l’ambiente e direttore esecutivo del programma ambientale delle Nazioni Unite, Klaus Töpfer; e ancora, sul significato delle radici cristiane in Europa, il Cardinal Reinhard Marx e il neozelandese Jeff Fountain (di una Chiesa libera), direttore del Schuman Centre in Olanda.

 

Manifestazione in piazza (Karlsplatz – Stachus)

Di seguito, il 2 luglio, gli organizzatori invitano ad una grande Manifestazione su una delle piazze principali di Monaco: lo Stachus. Il programma che si svolge sul palco, con interventi da parte di responsabili di Comunità cristiane, Vescovi, giovani e complessi musicali, sarà trasmesso in livestream via Internet. Gérard Testard, rappresentante francese del Comitato d’Orientamento di Insieme per l’Europa, attende con gioia i giorni a Monaco: “Abbiamo visto che l’unità nella diversità culturale è possibile. Come cristiani di Chiese finora divise, abbiamo compiuto passi importanti di riconciliazione e ora invitiamo a Monaco ad un ulteriore segno visibile di speranza. Soprattutto oggi, quando l’Europa è divisa su alcune questioni importanti, vogliamo insieme farci garanti per la pace e la solidarietà e testimoniare il nostro unificante fondamento cristiano.”

 

Altre informazioni su manifestazione e rete www.together4europe.org e www.miteinander-wie-sonst.de

“Insieme per l’Europa” è una rete internazionale che si estende in tutta Europa e oltre, in un libero convergere di Movimenti e Comunità cristiane, in cui sono impegnati evangelici, cattolici, anglicani, ortodossi, membri di chiese libere e altri. 

In Europa sono più di 300 i Movimenti e Comunità cristiane che si sono incamminati insieme. L’obiettivo è creare tra questi gruppi autonomi un “Insieme” nella molteplicità delle diverse spiritualità, carismi e strutture. Non si tratta di un’unità organizzativa o di una fusione, ma di una comunione viva che attinge dalla ricchezza dei diversi doni.

Tags: , , , , , , , , , ,