Postato su 16. Dicembre 2018 In Francesco - Iniziative e gesti

Ecco come i bambini del Dispensario Santa Marta festeggiano (in anticipo) Papa Francesco!

Papa Francesco ha deciso di trascorrere un po’ di tempo, prima del suo 82esimo compleanno, con i bambini del Dispensario Santa Marta. Sono loro – ancora una volta – gli organizzatori di una festa davvero speciale. Il Papa ha trascorso con i piccoli e le loro famiglie circa un’ora, prima della recita dell’Angelus, tra musica, applausi, video, canti e una torta a sorpresa, in anticipo!

È la terza volta che Papa Francesco decide di stare un po’ con le famiglie del Dispensario Santa Marta e festeggiare con loro il suo compleanno. Domani il Papa compirà 82 anni.

L’Aula Paolo VI, addobbata sia per il Natale sia per la festa di compleanno del Pontefice, è stata la cornice di un evento di allegria e di spensieratezza.

I bambini del Dispensario Pediatrico Santa Marta vengono da tutto il mondo e frequentano il Vaticano insieme alle loro famiglie, per ricevere gratuitamente cura e assistenza medica.

E’ stata Suor Antonietta Colacchi delle Figlie della Carità e Responsabile della Fondazione ad organizzare tutto, come sempre. Con lei i volontari e le volontarie che da tanti anni collaborano per il Dispensario Santa Marta. Sono oltre 50, molti dei quali medici, che ogni giorno si alternano nell’aiutare le suore vincenziane. La Fondazione in Vaticano offre gratuitamente alle famiglie in difficoltà con bambini – senza distinzione di razza o religione, in età neonatale e non in possesso della Tessera del Servizio Sanitario Nazionale – assistenza medica pediatrica.

L’Ospizio “Santa Marta”, poi Dispensario “Santa Marta”, fino a diventare, nel 2008, una Fondazione, è stato guidato con carità e amore grazie all’aiuto dei Sommi Pontefici, della Segreteria di Stato, del Governatorato, del sostegno dei Benefattori e di tanti amici.

Papa Francesco è arrivato in Aula Paolo VI intorno alle 10e30 , si è intrattenuto con i bambini e ha ascoltato le testimonianze di volontari e famiglie che ogni giorno si adoperano per il Dispensario. Il Pontefice non ha voluto la sedia rossa, quella consueta degli eventi e si è seduto con Suor Antonietta sul gradino del palco dell’Aula.

In particolare, due Mamme del Dispensario, hanno rivolto al Pontefice parole di affetto e di ringraziamento. Una donna musulmana e una peruviana hanno raccontato al Papa le loro difficoltà. Il Dispensario Santa Marta per queste famiglie è davvero un porto sicuro. Proprio a due passi dal luogo dove risiede Papa Francesco, si possono trovare pediatri, medici, farmaci, ma anche amore e solidarietà.

E poi è arrivato il piccolo Giacomo, che in maniera davvero unica e speciale, ha rivolto al Papa gli auguri di buon compleanno da parte dei bambini del dispensario e di tutto il mondo.

In seguito il momento della prima sorpresa: la canzone “permesso scusa grazie” creata per l’occasione. L’autore è Ludovico Sacco e il Direttore del coro di Rovereto è Gianpaolo Daicampi. “Permesso scusa grazie” sono le tre parole più importanti di Papa Francesco in merito alla famiglia.

Poi un filmato, un video-testimonianza che racconta i retroscena del lavoro di ogni giorno del dispensario. Suor Antonietta Colacchi l’ha desiderato fortemente, proprio per raccontare al Papa le responsabilità giornaliere di medici e volontari.

E ancora, la sorpresa! Una torta per Papa Francesco all’interno di un mondo. Un mondo che rappresenta tutte le nazionalità, senza differenze culturali e religiose, proprio come il nobile intento del Dispensario, aiutare le famiglie senza nessun tipo di esclusione. Il Papa ha spento le 82 candeline di una bellissima torta gialla. Accanto a lui i 150 bambini presenti sul palco. I piccoli del Dispensario faranno recapitare a Papa Francesco, presso Casa Santa Marta, una torta con la Cupola di San Pietro.

Papa Francesco prende parola: “Sono contento di essere con voi in questo tempo di Natale. Sto pensando che se il Bambin Gesù avesse avuto il raffreddore la Madonna lo avrebbe portato al Dispensario”. Il Papa ringrazia tutti coloro che lavorano per il Dispensario e commenta: “Noi diamo tante cose ai bambini ma loro danno questo insegnamento di abbassarsi, di essere unione”.

Papa Francesco ha voluto donare ai bimbi presenti delle tipiche calze natalizie ripiene di dolci.

La festa continua anche dopo. Le famiglie sono invitate al pranzo in Aula Paolo VI per un momento di fraternità e per lo scambio dei regali di Natale, in particolare tanti giocattoli per i bambini. A tutte le famiglie verrà regalato un panettone.

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *