Postato su 2020-05-21 In Francesco - Iniziative e gesti, La Chiesa - il Papa

Una settimana e un anno di celebrazioni per l’enciclica di Papa Francesco sulla cura della nostra casa comune

DILEXIT ECCLESIAM, di Redazione con materiale da www.laudatosiweek.org e dal Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale

Siamo nel bel mezzo della Settimana Laudato si’ (16-24 maggio), covocata da Papa Francesco nel marzo di quest’anno per celebrare i cinque anni dalla pubblicazione della Laudato si, una settimana celebrata in tutto il mondo con workshop, simposi, preghiere virtuali, sostenuta da diocesi, media, movimenti e istituzioni di tutto il mondo, e che culminerà domenica 24 maggio a mezzogiorno con un momento di preghiera comunitaria. I cattolici di tutto il mondo saranno uniti spiritualmente perché “tutto è collegato”. Una frase che per gli schoenstattiani rimanda al pensare, vivere e amare in modo organico così importante per P. Kentenich. —

 

Leggi l’Enciclica Laudato si’

Anche se Schoenstatt non compare né a livello internazionale né a livello nazionale tra i tanti collaboratori che sono nella pagina creata per questa settimana, –  il Movimento Cattolico Globale per il Clima (GCCM), CIDSE, Renova+, la rete Caritas, come facilitatori, e Regnum Christi, Focolari, Gesuiti, Radio Maria, Religiòn digital, Pax Christi, Signis, Misereor e molti altri, come collaboratori – è una gioia incontrare CLADEES, il Centro Latinoamericano di Evangelizzazione Sociale, un’iniziativa dei movimenti della Parola di Dio, dei Focolari e di Schoenstatt in Argentina, con la sua giornata organizzata per il 23 maggio. Ma non è tutto. In Costa Rica, motivati dalla Commissione Laudato Si del Movimento, sono nel bel mezzo di una campagna per sostituire le lampadine con LED a minor consumo. Con “rose virtuali” per la Mater durante il mese di maggio pagheranno le spese per una illuminazione più ecologica. Molti schoenstattiani sono felici della Settimana Laudato Si’, condividono la preghiera e il materiale o ci parlano delle loro iniziative personali.

Nel bel mezzo di una pandemia

Il quinto anniversario dell’enciclica giunge nel bel mezzo di un’altra svolta – una pandemia – e il messaggio della Laudato Si’ è profetico oggi come lo era nel 2015. L’enciclica può infatti fornire una bussola morale e spirituale per il cammino verso la creazione di un mondo più solidale, fraterno, pacifico e sostenibile. Abbiamo, infatti, un’occasione unica per trasformare i lamenti e i dolori del parto in un nuovo modo di vivere insieme, uniti nell’amore, nella compassione e nella solidarietà, e in un rapporto più armonioso con il mondo naturale, con la nostra casa comune. In verità, COVID-19 ha chiarito quanto siamo profondamente interconnessi e interdipendenti. Mentre cominciamo a immaginare un mondo post-COVID, abbiamo bisogno soprattutto di un approccio integrale, poiché “tutto è strettamente interconnesso e i problemi attuali richiedono una visione capace di tenere conto di tutti gli aspetti della crisi globale” (LS, 137).

Un tempo di “giubileo” per la Terra, per l’umanità e per tutte le creature di Dio.

Il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale è lieto di annunciare un Anno Speciale nell’anniversario della Laudato Si’, dal 24 maggio 2020 al 24 maggio 2021. Speriamo che l’anno dell’anniversario e il decennio successivo siano davvero un tempo di grazia, una vera esperienza di Kairos e un tempo di “giubileo” per la Terra, e per l’umanità, e per tutte le creature di Dio. L’anno dell’anniversario si apre con la  Settimana Laudato Si’ 2020, e proseguirà con diverse iniziative, realizzate in partnership e con una chiara enfasi sulla “conversione ecologica” in “azione”. Invitiamo tutti ad unirsi a noi. L’urgenza della situazione richiede risposte immediate, olistiche e unitarie a tutti i livelli: locale, regionale, nazionale e internazionale. Abbiamo bisogno, soprattutto, di “un movimento popolare” dal basso, un’alleanza di tutte le persone di buona volontà. Come ci ricorda Papa Francesco, “Possiamo tutti cooperare come strumenti di Dio per la cura del creato, ciascuno secondo la propria cultura, esperienza, partecipazione e talenti. (LS, 14).

L’anno speciale si concluderà nel 2021, ma si propone di promuovere un impegno pubblico comune verso la “sostenibilità totale” da raggiungere in 7 anni. Molti gli attori coinvolti: famiglie, diocesi, ordini religiosi, università, scuole, movimenti, strutture sanitarie e mondo imprenditoriale, con particolare attenzione alle imprese agricole.

 

Materiali e notizie in abbondanza sulla pagina

Il sito web laudatosiweek.org offre abbondante materiale e invita a partecipare, offre un calendario di attività, workshop, simposi, ore di preghiera, risorse dei collaboratori della  Settimana Laudato Si’, oltre a loghi, foto, disegni ad uso gratuito e naturalmente notizie sulla Settimana  Laudato Si’ in molte diocesi, movimenti e associazioni.

Per esempio:

In Africa orientale, Fratel Benedetto Ayodi ha visto “inondazioni fuori stagione e l’epocale focolaio di locuste che è stato aggravato dal cambiamento climatico. Troviamo speranza nella nostra spiritualità in questi tempi difficili”. Il vescovo presidente della Conferenza episcopale dell’Africa orientale ha piantato un albero in un giardino pubblico in occasione della Settimana Laudato Si’, in uno spirito di solidarietà con la popolazione di tutta la regione.

Nelle Filippine, le comunità sono state devastate dal tifone dello scorso fine settimana. La responsabile della campagna di MCMC, Cheryl Dugan, dice che “siamo al punto di svolta del cambiamento climatico e di un sistema sanitario carente”. La nostra spiritualità è ciò che ci dà speranza e sollievo. La Federazione delle Conferenze Episcopali asiatiche (FABC) sta incoraggiando i fedeli a trovare insieme la speranza inviando messaggi WhatsApp per partecipare alla Settimana Laudato Si’.

Durante la settimana di celebrazione della Laudato Si’, 16-24 maggio, il Forum dei gesuiti per la fede e la giustizia sociale in Canada invita i cattolici a prendersi del tempo per ascoltarsi l’un l’altro. L’organizzazione di Toronto ha preparato due risorse che aiuteranno i cattolici a crescere nella loro fede e a studiare la Laudato Si’, che invita tutte le persone ad “ascoltare il grido della terra e il grido dei poveri” e a prendersi più cura del creato.

Victoria Blanco, direttore amministrativo e del programma del forum, ha incoraggiato l’uso delle risorse in piccoli gruppi per discutere su come possono contribuire a creare un futuro migliore. “Questo è il momento giusto per guardare a questo documento e riflettere sulla nostra fede e su cosa significa prendersi cura della nostra casa comune e quindi andare verso una giusta guarigione”, ha detto Blanco.

“La cura della nostra casa comune” è una guida in nove parti che offre l’opportunità di approfondire in piccoli gruppi i temi dell’enciclica di Papa Francesco che sta trasformando il mondo. Incoraggiamo questi gruppi ad impegnarsi in una conversazione personale usando la guida, ha detto Blanco. Ha anche invitato i partecipanti a condividere le esperienze di vita che li hanno spinti a prendersi cura del creato, in modo che possano conoscersi a un livello più profondo. “Una delle cose più importanti che si possono fare per combattere il cambiamento climatico è parlarne”, ha detto. Blanco ha incoraggiato in particolare i gruppi a dedicare del tempo alla pratica dell’ascolto attivo. “È importante non pensare alle risposte prima che sia il tuo turno”, ha detto. “Non è un dibattito o una discussione … ascoltare è il verbo fondamentale che vogliamo utilizzare”.

www.laudatosiweek.org

Originale: spagnolo. Traduzione: Pamela Fabiano, Roma, Italia

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *