Postato su 13. Settembre 2019 In Francesco - messaggio, La Chiesa - il Papa, Sinodo 18

I 12 consigli che Papa Francesco dà oggi ai giovani

PAPA FRANCESCO IN AFRICA, ACI prensa/redazione •

Papa Francesco ha aperto il cuore di fronte a migliaia di giovani, ai quali ha dato 12 consigli da seguire nella loro vita. —

È ciò che ha fatto il Papa durante il suo quarto viaggio apostolico in Africa nel corso dell’incontro interreligioso con migliaia di giovani a Maputo, capitale del Mozambico, dopo aver celebrato la Messa in privato nella Nunziatura Apostolica di Maputo ed essersi incontrato, nello stesso luogo, con alcuni giovani del Mozambico.

Al termine, il Papa ha svolto la tradizionale visita di cortesia al Presidente della Repubblica del Mozambico e poi ha tenuto il suo primo discorso alle autorità e al corpo diplomatico del paese.

Successivamente, il Pontefice è arrivato al Pavillon Maxaquen insieme all’Arcivescovo di Maputo, uno stadio con capacità massima di 15.000 persone, nel quale è stato ricevuto con entusiasmo da migliaia di giovani che cantavano e ballavano in allegria.

Lì, Papa Francesco ha pronunciato un discorso in portoghese, “a cuore aperto”, nel corso del quale è stato interrotto in varie occasioni da applausi e ovazioni, anche quando aggiungeva frasi in spagnolo.

Durante l’incontro, il Santo Padre ha regalato questi insegnamenti ai giovani, descrivendoli come “piccoli elementi che possono darvi l’appiglio necessario per non scoraggiarvi nei momenti di difficoltà, ma piuttosto aprire una breccia di speranza; breccia che vi aiuterà a mettere in gioco la vostra creatività e a trovare nuove strade e spazi per rispondere ai problemi con la gioia della solidarietà”.

  1. Voi siete importanti! Dovete saperlo, dovete crederci. Voi siete importanti! Ma, con umiltà!
  2. L’allegria è il miglior antidoto da contrapporre a tutti coloro che vogliono dividere, frammentare o scontrarsi.
  3. Se volete andare veloci, camminate da soli, ma se volete andare lontano, andate insieme.
  4. Sognate insieme agli altri, mai contro di loro; sognate nello stesso modo in cui avete preparate questo incontro: tutti uniti e senza barriere.
  5. La rassegnazione è nemica dei sogni e dell’impegno, così come lo è l’ansia.
  6. Non lasciare che vi rubino l’allegria. Non smettete di cantare e di portar con voi tutto il buono che avete appreso dalle vostre tradizioni.
  7. Mai darsi per vinti! Non cadiamo nell’errore di scoraggiarci perché ci sono cose che non vengo bene al primo tentativo. Siamo capaci di creare l’amicizia sociale.
  8. Non dimenticate che l’inimicizia sociale distrugge: il mondo si distrugge con l’inimicizia! E l’inimicizia più grande è la guerra.
  9. I sogni più belli si conquistano con speranza, pazienza e determinazione, rinunciando alla fretta.
  10. La pace è un processo a cui tutti siamo chiamati a contribuire, tendendo sempre la mano specialmente a chi sta passando un momento di difficoltà.
  11. Cercate di crescere nell’amicizia anche con chi la pensa in modo diverso, perché la solidarietà cresca tra voi e si trasformi nell’arma migliore per cambiare la storia.
  12. Proteggete la nostra casa comune. Una casa che è di tutti e per tutti. Questo è un bel sogno da coltivare insieme, come famiglia, una bella sfida che può aiutarci a tenerci uniti.

Infine, Papa Francesco ha voluto realizzare un’ultima riflessione: “Dio vi ama, e con quest’affermazione siamo d’accordo con tutte le tradizioni religiose” – e aggiunge – “per Lui vali davvero, non sei insignificante, gli importa, perché sei opera delle sue mani. Perché ti ama. Per questo ti presta attenzione e ti ricorda con affetto. Non vuole fare la conta dei tuoi errori, e in ogni caso ti aiuterà ad apprendere qualcosa dalle tue cadute. Perché ti ama. Cerca di ritagliarti un momento di silenzio lasciandoti amare da Lui. Cerca di mettere da parte tutte le voci e le grida interiori e abbandonati per un istante tra le sue amorevoli braccia”.

Per questo, il Santo Padre ha invitato ad osservare qualche minuto di silenzio per riflettere sull’amore di Dio che “è semplice, quasi silenzioso, discreto: non esagera, non si impone, non è rumoroso, non ostenta; è un amore di libertà e per la libertà, amore che cura e che risveglia”.

 

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *