Postato su 26. Novembre 2010 In Kentenich

Giuseppe Kentenich: Padre, Fondatore, Profeta…

Estatua del Padre Kentenich en Belmonte, Romamkf. Ci sono scuole, case, e strade che portano il suo nome. Giornali, radio e televisione trasmettono notizie su di lui. E proprio intorno al 16 novembre 2010, 125º anniversario della sua nascita. Parlano di lui, Papi, cardinali, vescovi. Tutto è cominciato con una segreta prediletta idea sorta nel suo cuore e realizzata con le persone che l’hanno seguito. Dovunque lui fosse, lo seguivano. Sempre. Con persone così, Padre Kentenich continua ancora oggi fondando Schoenstatt. Con persone per le quali lui è il Padre, il Profeta, il Fondatore e molto di più…..Che cosa è per me?

Schoenstatt ha cominciato con una “corrente” del Padre la generazione fondatrice è cresciuta intorno al Padre Kentenich, Lui aveva conquistato la loro fiducia: credevano in lui e si entusiasmavano d’impegnarsi nella realizzazione della sua segreta e prediletta idea, Schoenstatt.

Per il Padre solo esisteva quella persona

Ho sentito parlare di Padre Kentenich da tutta la mia vita, ma realmente solo appena in questi ultimi cinque anni mi sono dedicata a conoscerlo veramente. Mi colpisce la sua paternità, le testimonianze delle persone, che hanno avuto l’opportunità di condividere un momento con lui, e che raccontano che in quel momento per il Padre solo esisteva quella persona. Questa caratteristica di Padre Giuseppe la noto fortemente riflessa nei suoi figli, soprattutto nelle Sorelle di Maria e nei Padri di Schoenstattt. Parlare con loro è sentire che realmente la tua confidenza è molto importante! E ti senti totalmente accolto e compreso. La Famiglia del Padre incarna pienamente il suo carisma, il che è realmente prezioso!

Ma. Emilia V. Zaván, Paraguay

_________________

Tutto Padre

P. José KentenichCiò che mi ha più captato di Schoenstatt, e il motivo per il quale sono entrata nel Movimento, è stata la figura di Padre Kentenich. Mi ha affascinato la sua persona, la sua libertà, la sua paternità, la sua missione, il suo tutto! Ma specialmente la libertà, che è stato quello che più mi ha attirato e mi ha portato ad un impegno sempre maggiore con Schoenstatt, a livello ascetico e spirituale. Senza tutto quello, non sarei mai entrata in Schoenstatt.

Non è stato il Santuario, né la Madre, che mi hanno aperto la porta di Schoenstatt, com’è stato per la maggioranza degli schoenstattiani. Ossia che per me evidentemente è stato il Padre, lo strumento umano, che mi ha captato. Il libro, perciò, che più mi ha toccato è stato “Testimonianze” di Padre Esteban Uriburu, dove tanta gente che lo ha conosciuto dimostra, quanto Padre Kentenich si adattava e si preoccupava per tutte le persone, che si avvicinavano a lui, indipendentemente da chi fossero, o che posto occupassero in Schoenstatt. Dal più saggio al più umile, tutti erano per lui i suoi figli, che per me è proprio la caratteristica di Dio Padre.

Quando andavo a scuola, in religione, ho affrontato spesso questo tema: quello dell’immagine di Dio, che era precisamente l’immagine di Dio che aveva Padre Kentenich. Ma allora, mi avevano perfino castigata come “eretica”, semplicemente per dire che il mio papà non poteva essere più buono di Dio, e che Dio ci ama e perdona sempre. Quando hanno parlato di Padre Kentenich per la prima volta mi sono sentita compresa. Il tema, perciò, della causa seconda è stato per me non solo molto semplice da comprendere, bensì qualcosa totalmente reale.

Ma il più importante è che ho sentito, che finalmente qualcuno mi dava ragione! Per la prima volta qualcuno diceva quello che io pensavo: Dio è Padre! E con il tempo, quando ho conosciuto il senso della libertà, che Padre Kentenich aveva: lui mi ha conquistato per sempre!

Monina Crivelli, Buenos Aires, Argentina

_______________

Partecipazione al suo carisma

Padre Kentenich è un padre per noi, perché ci ha inserito nella sua Alleanza d’Amore. Ci ha detto “sì”. Con la sua pedagogia e mediante la Madonna, ci ha fatto sempre più interiormente liberi, fiduciosi nella Divina Provvidenza, a sua somiglianza. Lui è padre e ci ha regalato la partecipazione al suo carisma.

Melanie e Ulrich Grauert, Svizzera

___________________

Sempre più Padre per me

Padre Kentenich è sempre più padre per me. Con frequenza mi meraviglio come risponde alle mie domande “mediante “il telefono del Padre”. Ci ha preceduto come seguace di Cristo e conduce alla Madonna tutti coloro che confidano in lui. È un trasparente di Dio Padre. Grazie! Padre tu non te ne sei andato, sei sempre accanto a noi.

Maria Bormuth, Germania

_________________

Padre Kentenich è un Padre per me

Mi prende continuamente nelle sue mani e mi conduce verso Dio. Comunico i miei pensieri a Dio. Egli mi ha mostrato che qui c’è una madre, cui posso contemplare tutti giorni, cui posso dedicare tutto: ciò che è buono e ciò che non è tanto buono. Padre Kentenich è un esempio per me. Lo seguo perché mi ha contagiato il suo fuoco e mi ha colmato d’entusiasmo.

Eva, Germania

_______________________

Un trasparente del Padre

P. Kentenich riunisce nella sua persona la forza di una fedeltà infrangibile a DIO, alla sua vocazione, e al contempo mostra la matura libertà di un’anima essenzialmente giovane ed è così: vicino, fiducioso, altruista, empatico, sincero, un trasparente del PADRE con i figli.

Melba Ruiz, Corrientes, Argentina

Che cosa significa Padre Kentenich nella vostra vita?

  • Padre Kentenich è per me…

  • Padre Kentenich mi attrae, perché…

  • Sono seguace di Padre Kentenich, perché…

 

Clic in “commento”:

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina