Postato su 12. Novembre 2015 In Alleanza solidale con Papa Francesco, schoenstattiani en rete

Un anno dopo …

di Juan Zaforas, Sarah-Leah Pimentel e Maria Fischer •

Un anno dopo è un buon momento per ricordare ciò che Papa Francesco ci ha detto nell’incontro con il Movimento di Schoenstatt in occasione del Centenario di Fondazione. Uno dei grandi progetti del team di schoenstatt.org, è stato quello di iniziare immediatamente dopo l’Udienza a: trascrivere, redigere, correggere, tradurre e pubblicare il Messaggio di Papa Francesco – dapprima su schoenstatt.org, poi con il foglio di lavoro, presentato bene graficamente e in seguito come libro cartaceo ed e-book. Quest’ultimo in collaborazione con l’Editrice Nueva Patris di Santiago del Cile – per diffonderlo e dare spunti sul come lavorare con questo testo, in cui il Santo Padre ci mostra, in un incontro “avvenuto in forma di dialogo. (…)” franco e diretto, la sua visione e le sue attese sui temi intorno ai quali si era articolato lo scambio vicendevole di esperienze e dei “progetti apostolici di queste cinque aree – famiglia, gioventù, pedagogia, nuovo ordine sociale, Chiesa, che sono stati una parte fondamentale della celebrazione giubilare del 2014…” svoltasi direttamente a Schoenstatt. (cfr. Introduzione di Padre José Maria Garcia Sepúlveda).

150418-01-libro

“Oro colato”

Il libro pubblicato in cinque lingue – secondo Cristina White di Buenos Aires – è “oro colato”. E soggiunge, che da quando l’ha acquistato lo tiene sempre in mano. E mentre Mercedes Mac Donough l’ha inviato a Cuba e a Venezuela, insieme alle Immagini della Madonna Pellegrina richieste dai luoghi dove non c’è ancora la Campagna, altri l’hanno regalato a vescovi – del Movimento e non – a parroci, amici e colleghi. Il libro è arrivato in Guatemala, Russia, Angola e Lituania, nella Segreteria di Stato Vaticana e al Capitolo della Federazione-Famiglie, e – naturalmente – in alcune librerie di Schoenstatt… È stato possibile acquistarlo da subito, in tutte le lingue e online, presso la Casa Editrice Nueva Patris. E da alcune settimane è stato facilitato l’acquisto dall’Europa, visto che i libri si trovano ora nello “Online Shop” del Centro di Schoenstatt di Memhölz, Germania, in cinque lingue.

Il Ramo delle Professioniste di Città del Capo, Sudafrica, ha elaborato questo testo in tutti i gruppi, i coniugi Gertrud e Norbert Jehle disseminano l’una e l’altra citazione durante gli incontri dell’Accademia della Famiglia, portando sempre una pila di libri, “poiché solo dopo aver lavorato con le citazioni, molte persone chiedono il testo completo e pertanto abbiamo il libro sempre a portata di mano.”

Durante la festa del 25° anniversario del Santuario Cor Ecclesiae a Roma, i libri dell’Udienza in italiano erano finiti, ma la sig.ra Benedicta Schwering ha l’indirizzo di Nueva Patris e farà una riordinazione. Anche dalla Sicilia è arrivata nel frattempo un’ordinazione di 100 esemplari.

Solo in tedesco ne sono stati venduti 610, a un solo anno dall’Udienza.

DSC_0015

Papa Francesco giorno per giorno

Mons. Robert Zollitsch, arcivescovo emerito di Friburgo, Germania – membro dell’Istituto dei Sacerdoti Diocesani di Schoenstatt – ha preso come spunto per la sua predica di settembre a Schoenstatt, davanti a pellegrini della Diocesi di Friburgo, il Messaggio di Papa Francesco al Movimento di Schoenstatt. E un gesuita di Zimbabwe ha sorpreso, con le sue citazioni dal libro dell’Udienza, gli Schoenstattiani che ancora non lo conoscevano.

Sabato, 24.10.2015, Sarah-Leah Pimentel ha pubblicato la 4a parte delle riflessioni sul Messaggio di Papa Francesco – un anno esatto dall’aver ricevuto questo Dono che equivale a Compito.

Per l’anniversario dell’Udienza è stato creato, sulla pagina internet dell’Uruguay, un “angolo di Papa Francesco” e su schoenstatt.org c’è ora (al momento in spagnolo, ma presto anche in tedesco e altre lingue) “Papa Francesco giorno per giorno”, con più di 50 frasi centrali del Messaggio del 25 Ottobre 2014.

ES_Button_Francisco

 

 

 

Ispirati da ciò che Papa Francesco ci ha detto

Ecco qual è stato il commento di Sarah-Leah Pimentel: “Abbiamo adottato l’idea di essere missionari e organizzato quest’anno degli incontri per le donne di ogni provenienza. Uno degli incontri è stato caratterizzato da una colazione per le donne, fatta con tutto ciò che piace tanto a loro. E mentre la consumavano alcuni relatori che erano stati invitati appositamente, hanno parlato presentando il significato della donna nella società odierna”. E sull’altro incontro dice: “Il secondo incontro è stato un incontro di preghiera vespertina, in cui si è condivisa, nel cuore dell’inverno, anche una minestra calda, cosa che ha permesso alle donne di aver più tempo libero dalle faccende quotidiane, per provare diversi metodi di preghiera. Una signora cattolica ha portato alla manifestazione le sue amiche non cattoliche!

Partendo da quest’incontro, una donna ha sentito la necessità di fare qualcosa per le mamme sole; sta preparando alcune di esse all’Alleanza d’Amore e sta anche pensando di portare avanti un’iniziativa per formare una cerchia della Madonna Pellegrina proprio per mamme sole… Ma sta lottando affinché la gente si interessi per questo progetto. Noi la stiamo sostenendo, ma è un processo molto lento …”

Ci sono poi messaggi e richieste centrali che hanno trovato risonanza in molte persone, come per esempio quello di “perder tempo” per accompagnare – sia che si tratti di visite in carcere o di visite alle famiglie delle “100 Case solidali” o nei soggiorni per anziani; ci sono molte iniziative e molti sforzi per far di più e per fare offerte migliori per la preparazione al matrimonio; le Misiones dei giovani e delle famiglie vanno sempre più verso le periferie. La Gioventù Maschile del Cile riflette su diversi temi urgenti della società di oggi, come per esempio “Gioventù Maschile in uscita”. P. Guillermo Carmona, Direttore del Movimento di Schoenstatt in Argentina, dedica le sue lettere di Alleanza al tema della “Cultura dell’Incontro”. L’impulso di Papa Francesco di “de-centrare”, il tema del pericolo del “funzionalismo perfezionista” o la tentazione degli “arrivisti”, vale a dire di coloro che fanno di tutto pur di stare sotto i riflettori, non solo vengono citati e subito ripetuti, ma anche presi sul serio. La frase “Cultura dell’incontro è cultura d’alleanza e crea solidarietà” è diventata ormai la frase centrale del messaggio del Santo Padre, che si è trasformato in parola d’ordine per schoenstatt.org ed è un impulso sempre nuovo a proseguire nell’alleanza solidale con Papa Francesco, con le “100 case solidali” (che nel frattempo sono più di 150) e con il servizio disinteressato a tutta l’Opera di Schoenstatt.

A Cuba, la Campagna continua a crescere, grazie anche a Don Egon Zillekens, il quale aveva raccontato che Papa Francesco ha sul suo comodino la Madonna Pellegrina, come il Papa stesso aveva commentato alla fine dell’Udienza.

La testimonianza più forte di come il Messaggio di Papa Francesco sia vivo nei cuori si trova forse nel sondaggio dal tema “Sogno Schoenstatt nel suo secondo secolo”, cui hanno aderito finora 45 schoenstattiani di diverse generazioni, paesi e vocazioni. Non c’è quasi una risposta in cui non si faccia riferimento al Messaggio dell’Udienza giubilare del 25 Ottobre 2014.

“Da Padre Kentenich abbiamo ricevuto la fede nell’Alleanza e il cammino per viverla al servizio di una Chiesa che ha vocazione di Famiglia, così come l’abbiamo potuta sperimentare nell’udienza ed intorno al Santo Padre: fedeli al nostro Fondatore, impegniamoci a rispondere a questo dono con un ‘dilexit ecclesiam’ vissuto” (Dal “Prologo” di P. José Maria Garcia).

2014-11-30-2-08-sarah-leah-roma

Originale: Spagnolo. Traduzione: Maria D. Congiu, Roma, Italia

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,