coppie

Postato su 2024-03-21 In Progetti, Schoenstatt in uscita

“Uniti siamo più forti”: 2° riunione del percorso per coppie a Terricciola

ITALIA, Vanda Rebuffat e Eugenio Minici •

A seguito del percorso del Caffè delle Coppie (di cui si è già trattato in precedenza) , che ha coinvolto varie coppie di Terricciola (Pisa), le stesse coppie di sposi hanno deciso di proseguire un percorso di crescita (in vista della creazione e consolidamento di una comunità di coppie), ispirato alla spiritualità del Movimento di Schoenstatt. Sabato 16 marzo c.a. si è svolto il secondo incontro di tale nuovo ciclo di incontri, avente il seguente tema “Uniti siamo più forti”. La riunione, come di consueto, è stata guidata da due coppie della Federazione di coppie di Roma. —

Il tema è stato principiato dalla lettura di un brano del vangelo di Giovanni che si può sintetizzare con la seguente frase “Perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te” (GV 17, 21).

È seguita l’esposizione del tema della riunione che ha toccato i seguenti punti:

  • con il matrimonio abbiamo suggellato la nostra alleanza, un’unione che vuole essere espressione dell’amore di Dio per l’umanità. I fili delle nostre vite si intrecciano sempre più, rivelando l’un l’altro nella quotidianità, con i nostri pregi e difetti;
  • come possiamo vivere al meglio il nostro matrimonio e dare forma alla nostra vita insieme? L’immagine del nostro legame può crescere se ci apriamo l’uno all’altra con sincerità, comunicando i nostri bisogni emotivi, spirituali e fisici. In questo modo, il nostro matrimonio si rafforza e si trasforma in una comunità resiliente;
  • ci sentiamo un’unità, ricca nella sua diversità. Un’unità che considera il “tu” dell’altro come un dono prezioso, fonte di arricchimento. Da questa unità plasmiamo la nostra vita, consapevoli che Dio ci accompagna nel realizzare il progetto d’amore per il nostro matrimonio;
  • la nostra unione vuole essere una benedizione. Nel cammino della vita, siamo uniti a una persona che ci ama, permettendo alla nostra capacità di amare di crescere sempre più. Insieme sperimentiamo gioia, ma anche la sofferenza che deriva dai nostri limiti. Uniti, ci impegniamo a mantenere vivo il fuoco del nostro amore. Quando ci uniamo ad un’altra persona, la nostra unione si fortifica;
  • con la vicinanza di altre persone, scopriamo che tutti affrontiamo sfide simili, seppur in modi diversi. Possiamo condividere le nostre gioie, consapevoli di non essere isole, ma parte di una rete resiliente;
  • appartenere a un gruppo o a una comunità ci porta ulteriori benedizioni. In queste comunità, scopriamo valori condivisi che ci donano fiducia e sostegno nelle situazioni difficili. La preghiera reciproca ci rafforza e nei momenti di forza, le nostre energie si moltiplicano, permettendoci di agire insieme per il bene comune e plasmare il mondo secondo i nostri ideali.

coppie

Dialogo per coppie

Dopo l’enunciazione dell’argomento dell’incontro, vi è stato, quindi, ad un momento di dialogo per singole coppie, a partire dalle seguenti domande:

  • In quale aspetto vengo arricchito dal mio coniuge?
  • In quale momento della vita o situazioni di crisi abbiamo sperimentato che l’avere dei legami affettivi con altri ci ha rafforzato come coppia?

In conclusione, si può affermare che nell’unione della coppia sboccia l’amore che scorge nell’altro il potenziale inespresso. L’uomo deve avere vincoli, in qualche modo, nel piano naturale tutte le fibre della sua anima. Se non si hanno vincoli, nella stessa misura in cui gli manca la connessione, si verificherà una rottura nella sua anima. L’essere umano cresciuto normalmente ha bisogno di un organismo di legami con luoghi, persone, idee. L’uomo deve essere radicato in un organismo di attaccamenti ed essere sano nella misura in cui quell’organismo di attaccamenti glielo fornisce. (cfr. J. F. Kentenich 2-5 ottobre 1951).

coppie

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *