Postato su 11. Luglio 2019 In Progetti

Finalmente un’app per smartphone sui Santuari di Schoenstatt

SCHOENSTATT DIGITALE, Jeff Roedel •

Mi chiamo Jeff Roedel, sono un seminarista di Milwaukee, Wisconsin, USA, e sto per terminare la formazione tra i Padri di Schoenstatt a Santiago del Cile. Oggi ho la gioia di presentare due progetti per il Movimento di Schoenstatt a cui si sta lavorando da molto tempo. —

Ho conosciuto Alberto (Tito) Leon, un giovane professionista della mia età, qui a Santiago solo poche settimane fa, e ci siamo resi conto che da anni stavamo lavorando verso lo stesso obiettivo: fare in modo che i pellegrini possano incontrare più facilmente Maria nei nostri Santuari di Schoenstatt.

 

Sognare soluzioni tecniche per organizzare la vita e la storia di Schoenstatt

Jeff Roedel Shrine App

Jeff Roedel

Quando ho cominciato a fare esperienza della cultura e della storia di Schoenstatt, grazie a P. Mark e P. Jonathan Niehaus, nel 2008-2009, ho preso a volerne sapere sempre di più. Ma quando cercavo su Google informazioni su diversi argomenti, trovavo molto difficile seguire un filo conduttore. Come studente di Informatica all’Università del Wisconsin-Milwuakee mi è venuto naturale sognare soluzioni tecniche per organizzare la vita e la storia di Schoenstatt.

Solo quando P. Francisco Sobral mi ha chiesto aiuto per un piccolo progetto di organizzazione delle informazioni di contatto attraverso un’interfaccia web – nel 2016 – ho intravisto la prima opportunità di iniziare a lavorare su un progetto a lungo termine: schoenstatt.link. Sebbene la parte del sito dedicata al Santuario è arrivata solo più tardi, i concetti principali erano già lì:

  1. Informazioni aperte a tutti
  2. Un ambiente collaborativo dove chiunque possa aiutare
  1. Informazioni localizzate nelle 5 lingue più popolari di Schoenstatt

 

Schoenstatt.link e l’app sui Santuari di Schoenstatt

Alberto “Tito” León

Mentre iniziavo il primo lavoro su schoenstatt.link, anche Tito cominciava a lavorare all’app sui Santuari. Dopo aver vissuto 18 anni a un chilometro di distanza da un Santuario di Schoenstatt e con innumerevoli amicizie e conoscenze con gli schoenstattiani, non poteva crederci quando finalmente ha incontrato la Mater nel Santuario. Questa è stata la motivazione principale del lavoro iniziale dell’app: che fosse il più facile possibile per i giovani cattolici trovare la nostra Madre. Il primo tentativo è stato l’app “La tua messa” per trovare dove partecipare alla Messa nella propria zona, e lì dentro elencare i Santuari di Schoenstatt. Ma poiché questo mercato è stato rapidamente saturato da altre applicazioni, ha deciso di rivolgersi specificamente ai pellegrini e devoti mariani, con un’applicazione specialmente dedicata ai Santuari di Schoenstatt.

Tito ed io sogniamo di rendere più facile possibile per i pellegrini visitare la nostra Madre nel Santuario. Per questo, gli elementi fondamentali mancanti sono:

  • Gli orari d’apertura dei Santuari
  • Gli orari delle celebrazioni (Messe, Adorazione, Confessioni…).

Questo è quello che stiamo cercando di fare in collaborazione tra schoenstatt.link e l’app per dispositivi Android “Schoenstatt Shrines” (Santuari di Schoenstatt): fornire informazioni aggiornate e di alta qualità su tutti i Santuari.

Non qualcun altro. Tu

Per fare questo, dobbiamo farci aiutare dai fedeli, gli schoenstattiani e la popolazione locale che frequenta i vari Santuari. Chiunque può creare un account su schoenstatt.link e modificare direttamente le informazioni senza dover inviare un’e-mail e aspettare che qualcun altro faccia la modifica. Proprio ieri abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di conseguire il 50% delle informazioni che stiamo cercando: oltre agli orari, avere almeno un sito web e il nome tradotto in inglese, spagnolo, portoghese, tedesco e italiano.

Condividere i progetti apostolici

Una volta completate le informazione centrali, speriamo di concentrarci su un aspetto più vicino al cuore della nostra missione: l’apostolato.  Una particolarità che Tito ha fatto emergere è usare l’app sui Santuari di Schoenstatt per condividere la vita di ogni Santuario, presentando nel dettaglio i rispettivi progetti apostolici.  Si può dire che per noi a Santiago è stata un’enorme fonte d’ispirazione la gran quantità di vita che si è generata attraverso i vari apostolati a Puente Alto, un quartiere molto povero nella zona sud della Regione Metropolitana, dove innumerevoli giovani schoenstattiani hanno realizzato missioni, tutoraggio doposcuola e catechesi.

Speriamo che questi progetti e molti altri possano ispirare la prossima generazione di giovani schoenstattiani!

 

 

Per questo, invitiamo tutti quanti a:
Scaricare l’app oggi stesso e a scoprire il santuario più vicino al tuo cuore

Se hai informazioni che possano aiutare i pellegrini in qualsiasi parte del mondo, crea un account su schoenstatt.link e inizia ad aggiornarlo.

 

Uniti nell’Alleanza,

Jeff Roedel

 

Originale: inglese. Traduzione: Pamela Fabiano, Roma, Italia

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *