Reinisch

Postato su 3. Luglio 2019 In Progetti

“Come Cristiano e Austriaco non potrò mai giurare la mia fedeltà ad un uomo come Hitler”

GERMANIA, Ufficio Stampa, Diocesi di Erfurt

“Come Cristiano e Austriaco non potrò mai giurare la mia fedeltà ad un uomo come Hitler”. Padre Reinisch rimase fedele alla sua convinzione, ma pagò questa scelta con la sua vità. La decisione in coscienza e lo sviluppo di questo sacerdote, ghigliottinato nel 1942 all’età di 39 anni, è il soggetto di questo musical, messo in scena presso il Centro Congressi di Erfurt. “Pericoloso. Franz Reinish. Musical su un Uomo Integro”, questo il titolo del progetto. Erfurt è stata la settima e ultima tappa di un tour che ha portato la band e la compagnia teatrale attraverso l’Austria e la Germania. Il rappresentante del governo federale per i nuovi stati federali, il segretario di Stato Christian Hirte, si è assunto il patrocinio della rappresentazione di Erfurt.  —

Il musical è un’iniziativa del Movimento di Schoenstatt, una delle comunità ecclesiali fondata nel ventesimo secolo come parte della Società Pallottina. Franz Reinisch era originario di Feldkirch in Austria e apparteneva al Movimento; a partire dal 1938 lavorò per il Movimento stesso all’interno della pastorale maschile. Questo “talentuoso” sacerdote si rivolgeva in particolar modo ai giovani. Poiché mise subito in chiaro che la fede cristiana non avrebbe mai potuto conciliarsi con l’ideologia nazista, fu immediatamente conosciuto anche dalla Gestapo e nel 1940 gli fu proibito di predicare o parlare in pubblico.

Il musical si basa su fatti storici e, tra gli altri, fa anche riferimento agli eventi accaduti durante la Pasqua del 1946. Franz Reinisch era stato giustiziato quattro anni prima nel Brandeburgo per aver minato il morale dell’esercito; dopo essere stato arruolato, infatti, si rifiutò di prestare giuramento di fedeltà ad Adolf Hitler. Un confratello cercò di portare l’urna con le sue ceneri in Occidente attraverso i confini interzonali dell’occupazione. Il suo scopo era seppellire i resti mortali di Franz a Vallendar, nel luogo di fondazione del Movimento di Schoenstatt. Durante il viaggio in treno nel 1946, il sacerdote parlò con un giovane, mentre nel musical è rappresentato come il racconto ad una coppia: l’emozionante storia di Franz Reinisch – la sua turbolenta gioventù, la ricerca della sua vocazione, la sua protesta contro la dittatura nazista e la sua impiccagione – e infine il conflitto con le autorità terminato con la sua morte. Franz Reinisch fu un uomo che rimase fedele alla sua coscienza e alla sua fede in Dio, fino alla fine.

Anche un messaggio in vista del crescente populismo e del nazionalismo

Il compositore e autore del musical è Wilfried Röhrig, che ha già pubblicato molte canzoni pop cristiane, opere leggere e musical. Ciò che lo ha affascinato della figura di Franz Reinisch è che non si tratta di un “genio divino”, o addirittura di “un super santo”, ma di “una persona come me e te, con spigoli vivi, con obiettivi e aspettative, ma anche debolezze e limitazioni”. Röhrig non era interessato a raccontare una storia del lontano passato. “Quanto più profondamente sono entrato nella storia della sua vita, tanto più mi sono reso conto che gran parte di essa aveva a che fare con me, con noi, con la nostra vita e il nostro mondo di oggi”.

Röhrig stava pensando a questioni come “l’essere integri”, cioè il rimanere saldi nelle prorpie convinzioni e affrontarle, prendendosene quindi le conseguenze, o cosa la fede ha a che fare con la politica e lo sviluppo sociale. Si tratta quindi di temi seri che devono essere inseriti nel mondo colorato di un musical, con il suo coro, gli assoli e gli intermezzi di danza. Per Wilfried Röhrig non è stato un problema: anche in un musical “tutta la vita deve apparire sul palcoscenico”, ha sottolineato.

Anche i periodi bui, come la storia del Terzo Reich, hanno il loro posto in esso. “Non sono esaminati in modo accademico e oggettivo, ma sono legati al nostro mondo, ai nostri tempi e alle loro sfide attraverso le canzoni, la musica e la danza “, ha detto Röhrig. Stava pensando al populismo e al nazionalismo che oggi sembrano diffondersi ovunque.

Per il promotore, quindi, questo musical combina sfida e divertimento.

Original: Tedesco, 09.06.2019. Traduzione: Alessia Lullo, Roma, Italia

 

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *