Postato su 8. Febbraio 2020 In Missioni, opere di misericordia

Il “Chaco” soffia forte – una missione di quartiere

ARGENTINA, Eduardo Somma •

Chaco Sopla Fuerte (Chaco Soffia Forte) è un piccolo, ma importante progetto di apostolato a cui la famiglia di Resistencia ha dedicato molte energie; esso è nato nel 2019 dopo l’inondazione di gran parte dell’area interna della Provincia del Chaco avvenuta durante la Settimana Santa del 2019.

Inondazioni a La Tigra, Settimana Santa 2019

Chaco Sopla Fuerte è nato come apostolato perché alcuni amici di La Plata avevano saputo che l’interno del Chaco era stato allagato durante la Settimana Santa. Così mi contattarono per inviare donazioni nelle aree interne della Provincia, così io a mia volta contattai alcune fondazioni che si occupano di questo tipo di attività. Come schoenstattiano mi è venuta l’idea di questo apostolato mariano e di aiutare coloro che più ne hanno bisogno. E avendo in testa il concetto di una Chiesa in uscita spesso richiamato da Papa Francesco, ho portato la mia proposta al Consiglio diocesano del Movimento, per coinvolgere i rappresentanti di ogni ramo. Abbiamo anche avuto incontri con il nostro Consigliere, P. Martín Gómez. Poi, quando la Famiglia di Schoenstatt del Chaco ci ha dato il via libera, abbiamo formato l’equipe del Chaco Sopla Fuerte, composta da ragazzi della Gioventù Maschile, del Ramo Maschile, della Gioventù Femminile, delle Donne Professioniste, rappresentanti del Gruppo delle Madri e dell’Istituto delle Famiglie.

Cibo per il corpo e per la mente

Una delle attività che svolgiamo con Chaco Sopla Fuerte consiste nell’aiutare l’organizzazione della cena di solidarietà che la cattedrale organizza ogni venerdì, e alla quale alcune signore del Gruppo delle Madri cucinano la cena. A partire dalle 20:30, un gruppo di ragazzi del Chaco Sopla Fuerte aiuta a servire la cena per le circa 100-300 persone che si radunano nella chiesa.

Inoltre, ogni sabato, diamo una mano all’iniziativa delle “merende”. Una si fa presso il Rinconcito de Luz, situato in Avenida Lavalle e Calle 6 nella città di Resistencia, dove, oltre a offrire ai bambini uno spuntino, si svolgono laboratori ricreativi, di sostegno scolastico e laboratori ESI (Educazione Sessuale Integrata), che sostengono la crescita e l’apprendimento dei bambini. L’altra si fa invece a Natividad del Señor, situata in via Fray Bertaca e viale Soberanía, dove ai bambini vengono offerti, oltre alla merenda, giochi e attività ricreative, come dipingere o disegnare. Da qualche tempo, il mercoledì pomeriggio, si offre anche un’ora di sostegno scolastico, con la partecipazione dei diversi rami della famiglia e a tutto beneficio dell’apprendimento dei bambini.

 

Un compito per tutta la famiglia

È importante sottolineare che questo apostolato si nutre del contributo materiale e spirituale di ogni membro dell’équipe, che con la propria partecipazione rende possibile una crescita sempre maggiore di questa missione.

Il 14 dicembre c’è stato l’invito a partecipare alla prima missione organizzata da Chaco Sopla Fuerte, con il motto: “Cuori uniti, la famiglia emerge”. La missione si è tenuta nel quartiere di Natividad del Señor, dopo che nei giorni precedenti erano stati ricevuti e raccolti durante le merende degli alimenti non deperibili.

A testimonianza della missione di quartiere, che ha avuto luogo sul finire dell’anno scorso, posso sottolineare, in primo luogo, la mia sorpresa per la capacità organizzativa dei ragazzi di Chaco Sopla Fuerte e l’invito che sono riusciti a realizzare. Per quanto riguarda le persone da cui siamo andati “a missionare”, è stato un incontro molto positivo, perché abbiamo potuto dire loro che facevamo queste attività ogni sabato e come potevano aiutarci, oltre ad incontrare persone che erano molto impegnate nella parrocchia e che erano già andate in missione nel quartiere.

Ho sentito che era come un regalo della Mater: non mi aspettavo di chiudere l’anno andando in missione e avendo anche l’opportunità di incontrare persone di altri gruppi e di sperimentare quel senso di famiglia.

 

La Tigra, Chaco

Una testimonianza di famiglia

Luli Pérez e la sua famiglia commentano: “Vogliamo condividere con voi un po’ di quello che è stato vissuto nella missione di quartiere che il gruppo Chaco Sopla Fuerte ha realizzato sabato 14 dicembre 2019 nel quartiere Natividad del Señor, che fa parte della parrocchia del Santo ‘Cura Brochero’.

Abbiamo cominciato con la Messa celebrata da P. Daniel, insieme ai missionari e ad alcune persone della comunità. Poi abbiamo inviato i missionari con tutti i presenti e siamo andati in missione nel quartiere con il nostro piccolo gruppo missionario, la mappa e i kit missionari per le famiglie che abbiamo visitato.

Dopo la mattinata di missione, ci siamo ritrovati tutti nella piccola cappella, per pranzare e per condividere ciò che ognuno ha vissuto e per mettere tutto ai piedi della nostra Madre Maria. Per molte delle persone che vi hanno aderito era la prima esperienza di missione, ed è stato molto bello vedere i volti pieni di felicità e così pieni d’amore mentre condividevamo le esperienze con cui siamo stati accolti dalle famiglie.

L’atmosfera della missione è stata vissuta in questo modo, con un’intensa donazione di sé da parte di tutti i missionari, pieni di amore di Dio e soprattutto essendo un’unica famiglia”.

Cuori uniti, la famiglia emerge!

@chacosoplafuerte

 

Originale: Spagnolo. Traduzione: Gianfrancesco Romano, Roma, Italia

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *