Postato su 8. Novembre 2015 In Campagna

L’Edicola Sacra della MTA a Vallemí

PARAGUAY, Mima Cardona e María Fischer •

“Quando vorrai saperne di più, avvisami! Abbiamo già percorso in macchina – e donato per amore della MTA – 57.880 km”, scrive Mima Cardona, rispondendo alla richiesta di fotografie della novena del 18 ottobre, scattate davanti a Edicole sacre, cappelle e chiesette campestri e silvestri, all’interno del Paraguay. Lei porta avanti, con suo marito, la Campagna della Madonna Pellegrina nei luoghi lontani dalle grandi “roccaforti” di Schoenstatt, quali Asuncion, Ciudad del Este, San Lorenzo ed Encarnación.

Come racconta Mima Cardona, la festa del 18 ottobre è stata meravigliosa. Come ogni anno, sono arrivati a Tuparenda migliaia di pellegrini e missionari, anche da questi luoghi. I primi ad arrivare sono stati i missionari di Encarnación, alle 4h:30 del mattino. I portabandiera della processione di ingresso della prima messa erano tutti missionari provenienti da tutti gli angoli del paese. Sono missionari andati in pellegrinaggio al Santuario di Tuparenda per ringraziare la Madonna della visita alle loro case e per ricambiare questa visita.

L’Edicola Sacra di Vallemí

Ricordo un racconto di Mima Cardona, di un viaggio avventuroso su sentieri sterrati – pubblicato nel 2011 – verso Vallemí, una città a 620 km da Asuncion, sulle rive del fiume Apa, confinante con il Brasile. Vedo ancora le immagini dei tergicristallo infangati, di camion arenati e, malgrado tutto, di visi raggianti.

A Vallemí, il 5 luglio di quest’anno è stata benedetta un’Edicola sacra. È chiaro che voglio saperne di più e Mima non esita a raccontare:

“Il parroco di qui è Don Emiliano R. Fernandez che conosce già il Movimento e soprattutto la Campagna. L’abbiamo conosciuto a Loreto, dove la Campagna era già ben formata, ma non avevano ancora un’Edicola.

Quando Don Emiliano è stato nominato parroco della Chiesa di N.S. del Carmelo, nella città di Concepcion, ci ha chiamati subito e ci ha chiesto di formare un gruppo di missionari. Il gruppo è stato formato e diretto dalle stesse missionarie di Concepcion. Là, nella parrocchia di N. S. del Carmelo, è stata collocata l’Immagine della Madre tre volte Ammirabile di Schoenstatt.

12193962_957155241017030_1146119602_o

La richiesta del parroco

12179670_957155154350372_1167616753_nPoco tempo dopo Don Emiliano è stato trasferito, questa volta però in un posto molto lontano e con una strada in pessime condizioni: Vallemí. Sì, proprio Vallemì, la città famosa per l’impianto industriale che copre il fabbisogno di cemento di tutto il paese.

Come prima cosa, ha chiesto di nuovo la presenza della Campagna, ed è così che la nostra Madre si serve di noi come strumenti nelle sue mani. Ne abbiamo parlato e abbiamo preparato un programma di lancio per la consegna delle prime immagini, sei in tutto, per i sei rioni.

Lo stesso parroco ha scelto le persone disposte a fare le missionarie.

Dopo un mese, nella prima messa dell’Alleanza – era il 18 di marzo – sono state consegnate le prime Immagini della Madonna Pellegrina, in una chiesa affollata.

Il parroco Don Emiliano ci ha poi chiamato personalmente per raccontarci di essere stato sorpreso del numero di persone che erano venute. E ha detto: “Lei mi segue dovunque io vado, e dovunque io vado, Lei va con me”. È così che la nostra Madre si è servita di noi per visitare questo luogo, dove voleva innalzare il suo trono di Grazie.

Con la sua dolce presenza lei attira i cuori, li custodisce e protegge nel suo cuore materno e a poco a poco li trasforma.

L’Edicola è stata benedetta il 5 luglio del 2015. Vi hanno partecipato membri del Ramo-Famiglie di Schoenstatt della città di Concepcion, Missionarie di Concepcion e Loreto e anche questa volta la Chiesa parrocchiale era piena zeppa.

Ringraziamo Dio e la nostra amata Madonnina per averci scelto come strumenti nelle sue mani.

Nelle tue mani, Padre, apostoli della MTA”.

Originale: Spagnolo. Traduzione: Maria D. Congiu, Roma, Italia

Tags: , , , , , ,