Postato su 12. Ottobre 2016 In Schoenstatt in uscita

Marcia per la Famiglia: Sì alla vita e all’unità familiare

MESSICO, Patricia de la Garza de Silveyra •

Sabato 10 settembre, in circa 110 città messicane, oltre 1 milione e 250mila cittadini hanno esercitato il loro diritto di manifestazione del pensiero per far sentire la loro voce a sostegno della famiglia naturale, del matrimonio tra uomo e donna e del diritto ad educare i figli secondo i propri principi e valori.

A Monterrey abbiamo marciato pacificamente, vestiti di bianco e con dei palloncini rosa per le donne e blu per gli uomini, senza disordini e senza importunare nessuno. Abbiamo camminato fianco a fianco con persone di diverse religioni, estrazione sociale e posizioni professionali, uniti per mantenere l’età dell’infanzia pura, libera da stimoli e idee che vanno al di là di essa, priva di ideologie imposte.

Persone di ogni età hanno risposto all’appello, diffuso in scuole, quartieri, parrocchie, e diversi parchi della città vicini a Monterrey, per raggiungere il centro della città. E molti di coloro che volevano partecipare sono effettivamente venuti.

I media hanno riportato che c’erano oltre 10.000 persone, la “Spianata degli Eroi” – dove ci siamo raccolti – ha una capacità di 50.000 persone, ed era piena. Indipendentemente dal numero reale, sono orgogliosa di sapere che ero lì, a sperimentare questa forma di proclamazione pacifica e ravvicinata. Mi sentivo come se fossi all’Angelus domenicale con il Papa in Vaticano …

Tutti gli applausi, gli slogan e i canti erano propositivi, con il messaggio che la famiglia rimarrà il nucleo fondamentale della società. Piccole famiglie di tre o quattro persone hanno presentato delle testimonianze; lo stesso, anche una vedova con i suoi tre figli; una grande famiglia, i cui dieci membri sono musicisti, ci ha motivato suonando mazurche e marce… Ognuno ha detto il proprio sì alla vita e all’unità familiare. È stato un pomeriggio di reale condivisione, tra persone che prima non si conoscevano le une con le altre, ma che vivono nella stessa città.

2016-09-13-photo-00001383

Niente è stato detto contro modi di pensare diversi, contro altri tipi di unioni tra persone, o su questioni politiche.

La grande manifestazione nazionale c’è stata il 24 settembre, a Città del Messico. Tutti hanno marciato verso la rotonda dell'”Angelo dell’Indipendenza”, un luogo simbolico per tutte le celebrazioni nazionali e i raduni di quanti sfilano per un ideale, per proclamare dei temi condivisi.

Sappiamo che quest’azione di difesa è solo l’inizio, ma abbiamo imparato ad unirci nell’appello a proteggere la famiglia. Preghiamo che l’unità famigliare regni in tutto il mondo, perché siamo consapevoli che si tratta di una sfida globale. Restiamo saldi, uniti come Chiesa in uscita, seguendo l’esempio della Sacra Famiglia di Nazareth.

2016-09-13-photo-00001387

Originale: Spagnolo. Traduzione di Gian Francesco Romano, Roma, Italia

Tags: , , , , ,