Alleanza solidale con Papa Francesco Categoria

PARAGUAY, da María Fischer • “L’iniziativa privata di una integrante della nostra famiglia nel contesto del anno giubilare, di costruire nel cuore di Paraguay infrastrutture basiche di case in modo che potessi no essere finite in seguito dai loro beneficiari, ci ha convinto, abbiamo pensato che era un bel regalo per sua Santità in Alleanza solidaria, con aiuto di amici e conosciuti, e consegnare cento case basiche a cento famiglie che vivono nella massima povertà. Loro sarebbero il ricordo vivo della nostra Alleanza d’amore con sua Santità…” Mi sono venutecontinua
IN ALLEANZA SOLIDALE CON FRANCESCO, ACI Prensa e schoenstatt.org • Il prefetto della Congregazione per la Evangelizzazione dei Popoli, il Cardinale Fernando Filoni ha affermato che nella Repubblica Centroafricana, chi ha protetto il Santo Padre è stato “un gruppo di gente molto povera, che correva continuamente intorno all’auto del Papa, e così lo hanno difeso da qualsiasi grave possibile pericolo” Così lo ha detto il Cardinale dopo la visita del Papa in Kenya, Uganda e la Repubblica Centroafricana che è terminata il 30 di novembre. Il Cardinale ha fatto questecontinua
di Sarah-Leah Pimentel, Sudafrica, membro della redazione di schoenstatt.org • Portando a conclusione la serie di articoli sul messaggio di Papa Francesco alla Famiglia di Schoenstatt, riflettiamo ora sull’incoraggiamento per portare avanti la Missione di Schoenstatt nella Chiesa, l’ultima delle cinque parti dell’attività apostolica che il Movimento Internazionale di Schoenstatt prende con sé nel suo nuovo secolo. Unità Eucaristica – “… perché siano, o Padre, una sola cosa, come noi.” Papa Francesco inizia questa parte parlando della necessità di rinnovamento della Chiesa. Io ho cominciato dalla sua conclusione – icontinua
di Juan Zaforas, Sarah-Leah Pimentel e Maria Fischer • Un anno dopo è un buon momento per ricordare ciò che Papa Francesco ci ha detto nell’incontro con il Movimento di Schoenstatt in occasione del Centenario di Fondazione. Uno dei grandi progetti del team di schoenstatt.org, è stato quello di iniziare immediatamente dopo l’Udienza a: trascrivere, redigere, correggere, tradurre e pubblicare il Messaggio di Papa Francesco – dapprima su schoenstatt.org, poi con il foglio di lavoro, presentato bene graficamente e in seguito come libro cartaceo ed e-book. Quest’ultimo in collaborazione concontinua
di Sarah-Leah Pimentel, Sudafrica • Il ritornello di uno dei miei canti di chiesa preferiti dice: “E dal nostro amore sapranno che siamo cristiani.” Ciò mi ricorda però anche il contrario. Mahatma Ghandi viene molto citato per aver espresso il suo scetticismo sui cristiani: “Mi piace il vostro Cristo, ma non mi piacciono i vostri cristiani”. I vostri cristiani sono così diversi da Cristo.” Il commento di Ghandi mette a nudo il perché abbiamo spesso fallito nell’essere veri cristiani. Non si è cristiani, infatti, solo per il numero di Messecontinua
Sarah-Leah Pimentel, Sudafrica • “ …Il cristiano non ha diritto ad essere orfano.[…] Noi abbiamo una madre.” (Udienza p. 20) Per me, questa è probabilmente la frase più forte – dell’intero messaggio di Papa Francesco alla Famiglia di Schoenstatt – dello scorso anno. Abbiamo una Madre Qualche volta ci si sente facilmente abbandonati. Per esempio, quando l’impresa chiude e i dipendenti vengono razionalizzati; quando una madre ha un figlio che è cresciuto separato dalla cerchia familiare e non viene mai a casa in visita; quando lo stesso figlio che hacontinua
 Il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace • Al termine dell’ Udienza generale di mercoledì 26 agosto, Papa Francesco ha ricordato che martedì prossimo, primo settembre, sarà celebrata la prima Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, in comunione con i fratelli ortodossi, che già da tempo nella stessa data osservano questa ricorrenza. “In tutto il mondo – ha detto il Pontefice – le varie realtà ecclesiali locali hanno programmato opportune iniziative di preghiera e di riflessione, per rendere tale Giornata un momento forte anche in vistacontinua
FRANCESCO IN PARAGUAY, María Fischer • È stata una delle prime fotografie della visita di Papa Francesco in Paraguay. Una delle più diffuse: i bambini del coro di Luque correndo verso il Papa, un momento immortalato dal fotografo René Gonzales, una fotografia che è stato il regalo del Presidente Horacio Cartes al Pontefice. Papa Francesco è stato ricevuto all’aeroporto con varie dimostrazioni di affetto da parte del popolo del Paraguay. Il coro dei bambini di Luque ha partecipato alla cerimonia, ha intonato l’inno nazionale cantato in guaraní con bambini dell’etniacontinua
PARAGUAY, di María Fischer, Redazione • “Gracias, Santo Padre” … Non appena hanno visto l’aereo dell’Alitalia avvicinarsi all’aeroporto di Asuncion, è risuonato l’Inno ufficiale della visita di Papa Francesco in Paraguay. Questo è un canto del gruppo “Nazarenos” di Luque, il quale è stato ascoltato con vera gioia – per il suo testo semplice e delicato e allo stesso tempo impegnativo – già tante volte e da tante settimane, anche per la grande gioia che quattro membri del gruppo appartengono a Schoenstatt e contribuiscono spesso all’animazione delle sante Messe acontinua
PARAGUAY, di José Argüello e Maria Fischer • La grande Messa Pontificale di questa domenica, sull’immensa area di Ñu Guazú, è stata preparata da un’intensa e gioiosa Veglia di Preghiera. Mentre centinaia di aiutanti e numerosi fedeli trascorrevano qui la notte dal sabato alla domenica, non c’era niente che poteva togliere loro l’entusiasmo – né il tempo insicuro, con vento e pioggia, né il fatto che il terreno fangoso come quello di Ñu Guazú avrebbe reso tutto più difficile dopo le piogge torrenziali delle ultime settimane. Eppure l’area fangosa hacontinua