Fundación 180° – Amore solidale, in cerca del cambiamento

Fondazione 180, Educare per il Cambiamento, è un’istituzione radicata nella provincia di Cordoba, Argentina, concretamente nella località di La Calera, nel rione Dott. Cocca. È composta da giovani professionisti, formati nel Movimento di Schoenstatt e che lavorando nel campo dei progetti missionari solidali: appoggia, genera azioni per il cambiamento, programmi e attività che promuovano, stimolano e danno possibilità di educare in tutti i settori della società. Il loro lavoro si basa sulla educazione, affinché sia la colonna fondamentale per la costruzione del cambiamento. Tendono verso un paese ed una società più giusta ed inclusiva attraverso la partecipazione, lo sforzo, la dedicazione e l’impegno di tutti settori della società. La Fondazione è pensata in questo campo, come “il braccio sociale di Schoenstatt: una organizzazione laica, basata sul lavoro laicale.

Da questa prospettiva si sono realizzate e si realizzano differenti progetti:

“Centro di Educazione Complementare José di Nazareth” (CECJN)

Da questo punto la Fondazione coordina una serie di progetti educativi come il Centro di Educazione Complementare José de Nazareth (CECJN), situato nel rione Dott. Cocca, della città di La Calera, dove al mattino un asilo materno che lavora con i bambini e le loro famiglie, e il pomeriggio il Club dei Bambini. In un futuro i workshop dei mestieri, con lo scopo di creare e dare risposta alle principali problematiche del rione.

Il Centro fomenta e completa lo sviluppo e la formazione personale ed integrale di bambini e giovani, regalando uno spazio di contenzione dove si danno loro mezzi di superazione personali, affinché imparino ad essere persone libere ed autonome con una decisa cultura ed etica di lavoro, mediante la pedagogia del Movimento Apostolico di Schoenstatt.

“L’obiettivo principale del CECJN è completare la formazione dei bambini e dei giovani locali, affinché i migliorino le loro opportunità educative e di lavoro”, ha commentato il Consiglio amministrativo della F 180.

È importare rilevare che lavorano nella formazione e capacità degli alunni, e attraverso loro anche delle loro famiglie. “Perché siamo convinti che solo dal lavoro unito e di collaborazione tra la nostra istituzione e le famiglie, è possibile lo sviluppo di persone integre capaci ad adattarsi ai cambiamenti e alla esigenze della società”, hanno spiegato. Così si capisce che è un progetto comunitario, perché fomenta il protagonismo dei genitori nella educazione dei propri figli.

Le tappe del progetto

“L’Asilo di Betlemme” costituisce la prima tappa di realizzazione del Centro di Educazione Complementare José di Nazareth. L’Asilo di Betlemme conta attualmente con due docenti pagate e con un piccolo gruppo di volontarie che apportano da diverse aree tutto quanto necessario per il suo funzionamento. Svolgono il lavoro di ausiliarie nel compito di docente dando lezione di inglese ed educazione fisica. Inoltre si occupano di altri progetti puntuali nello stesso asilo, sia l’organizzazione di workshop per i genitori, sia di un guardaroba comunitario.

In una seconda tappa ha cominciato a funzionare nell’anno 2013 il Club del Bambino in cui si danno workshop di pittura, canto, linguaggio del corpo e teatro. Inoltre si insegna football, pallacanestro, tra altri sport; il che servirà a contenere i bambini e a dar loro la possibilità di svilupparsi in pieno mediante la educazione fisica e la pratica di giochi in gruppo. Rispondendo alle necessità del luogo, si include anche appoggio scolastico e club di lettura per affrontare uno dei problemi più gravi del luogo: l’abbandono della scuola e le ripetizioni.

Inoltre si va preparando una terza tappa del progetto, che si pensa offrire workshop di mestieri, con lo scopo di facilitare le competenze tecniche integrali, di impiego, formative e umane che diano la possibilità di potere trovare lavoro, affinché possano dedicarsi ad attività stabili di carattere di dipendenza o indipendenti.

“180 Scuole per la Patria”

Inoltre si pensa al progetto “180 Scuole per la Patria”: Un progetto educativo che consiste in un congresso educativo di motivati rappresentati tra alunni del 5° e 6° anno della scuola secondaria, scelti dalle autorità di ogni scuola. L’obiettivo è risvegliare lo spirito di ritornare a credere in una Argentina nuova, rinnovata. Il che ha per missione incitare i giovani a sognare oltre le loro mete personali, e a coltivare con gli altri un paese più giusto e più umano, dalla motivazione di persone che espongono le loro esperienze. Nel mese di agosto si terrà un concorso di progetti, a cui partecipano tutti quelle scuole che lo desiderino, il che ha come punto principale incitare ogni gruppo di alunni a realizzare qualcosa che generi un cambiamento in qualche ambiente in particolare.

Si cerca così e con altre dinamiche, capacitare i ragazzi, affinché con il resto del corso, elaborino ed inizino una proposta per migliorare il luogo, le relazioni, l’ambiente, o la loro situazione: la loro scuola, o qualche settore, istituzione o gruppo vulnerabile della società. Si cerca così che i partecipanti abbiano la consapevolezza delle responsabilità che abbiamo tutti nella costruzione dell’Argentina, che vogliamo; ognuno da dove vive, può farlo per la sua Patria.

Si premiano quegli alunni che sognando oltre le loro mete personali si siano proposti costruire un paese più giusto e più umano mediante un progetto solidale. I progetti si considerano secondo, la maggiore partecipazione, il maggiore cambiamento ottenuto, il maggiore impatto sociale, la maggiore partecipazione tanto della scuola, quanto del suo intorno, e maggiore potere di estendersi nel tempo.

Il progetto porta già tre edizioni e tre progetti vincenti: Consapevolezza e aver cura del medio ambiente, Miglioramento dei centri vicini alla città di Cordoba. E sviluppo integrale della Famiglia per mezzo della docenza, della assistenza e della investigazione.

Inoltre 12 dissertanti, 125 scuole partecipanti, 1500 ragazzi di scuole secondarie partecipanti e 75 progetti presentati nei diversi Concorsi di Progetti 180 scuole per la Patria.

In generale in tutti i progetti

Il Movimento di Schoenstatt, insieme con la fondazione, ha realizzato alcuni progetti solidali, con l’obiettivo centrale di generare risorse economiche per collaborare nella formazione di bambini e di giovani cercando di dare risposte integrali alle problematiche della mancanza di risorse e dell’educazione, il lavoro che porta avanti la fondazione. Uno degli eventi è stato la Maratona Solidale “Correndo con Francesco”. Una preziosa iniziativa che sorge dal messaggio del Papa di “Arrivare alle periferie” aprendo nuovi spazi con l’annuncio del Vangelo e “fare chiasso° nella diocesi, come Francesco aveva chiesto ai giovani, nella GMG (Giornata Mondiale della Gioventù) a Rio de Janeiro.

Altri dei lavori realizzati dal Movimento di Schoenstatt, e la fondazione sono stati “Che cosa farai per la tua Patria”, la cui intenzione è stata un cammino per il popolo argentino, in base ai valori, alla libertà e alla eccellenza, nell’ambito del bicentenario della Rivoluzione di Maggio.

Un cambiamento di 180° mediante l’educazione

La equipe coordinatrice della fondazione sostiene: “siamo un gruppo di giovani che sogniamo un paese migliore. Non ci conformiamo con meno, crediamo nello sforzo, e nella dedicazione e l’impegno di tutti gli argentini per generare un cambiamento nel nostro paese. È così che ringraziamo per la fiducia e per l’appoggio permanente di persone. Grazie per averci ascoltato, per prenderci sul serio, per credere in noi e soprattutto grazie per credere in un cambiamento di 180° mediante l’educazione”, hanno terminato.

Il sogno della Fondazione è dare vita ad una forma da seguire dando risposte dal Movimento Apostolico di Schoenstatt alle necessità della società, una forma di mettere al servizio degli altri l’immensa ricchezza acquistata durante gli anni nel Movimento, e come una necessità di potere da Dio, cambiare e fare progredire la realtà argentina, generando mezzi per ottenere la promozione e il miglioramento della qualità di vita delle persone attraverso l’educazione e della generazione di leader nei diversi ambienti sociali.


Contatto, informazione

 

Per approfondire intorno al lavoro della Fondazione fare click www.fundación180.org.ar.

E per fare crescere gli sforzi, la speranza e la fede fare contatto a [email protected]ón180.org.ar o telefono: +54 351 4381067

Originale: spagnolo. Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina