Postato su 19. settembre 2016 In Alleanza solidale con Papa Francesco

Schoenstatt per la pace

Roma, P. Rolando Montes •

Martedì scorso Schoenstatt erá ad Assisi. In alleanza solidale con Papa Francesco.

In seguito alla chiamata urgente di papa Francesco a pregare per la pace questo martedì 20 settembre 2016, la famiglia di Schoenstatt non può rimanere con le mani in mano. Mentre il nostro Santo Padre sarà ad Assisi con molti leader religiosi per pregare per la pace nel mondo, noi costruiamo la nostra Assisi.

Cerchiamo di incontrarci con gli amici per la preghiera, chiediamo nelle nostre parrocchie se esiste un momento di preghiera per la pace lì, cerchiamo di visitare un santuario o di avere il nostro incontro per la pace a casa. Insieme ad altri, o da soli, preghiamo per la pace. Questo martedì riponiamo l’impegno a livello mondiale per la pace nel mondo nel nostro capitale di grazie.

Quando preghiamo per la pace, cominciamo già a costruirla, a ristabilire quella alleanza che Dio Padre desidera per tutta l’umanità. Pregare per la pace è rinnovare quella Alleanza. “Le voci dei tempi sono le voci di Dio” ci diceva padre Kentenich.

Vi invitiamo, dunque,  a condividere con noi questa esperienza. Scirvi un commento su questo articolo e racconta cosa si prova a essere uniti con tutta la famiglia di Schoenstatt e la Chiesa universale in preghiera. Ogni esperienza che condividiamo arricchisce gli altri e si moltiplica.

Sull’esempio di san Francesco, uomo di fraternità e di mitezza, siamo tutti chiamati ad offrire al mondo una forte testimonianza del nostro comune impegno per la pace e la riconciliazione tra i popoli. Così martedì, tutti uniti in preghiera: ognuno si prenda un tempo, quello che può, per pregare per la pace. Tutto il mondo unito”.

Papa Francesco, 18 Settembre 2016

 

Originale: spagnolo. Traduzione: Pamela Fabiano, Roma, Italia

 

 

Tags: , , , ,